,,

Guerra in Ucraina, Putin cita la bomba nucleare a Hiroshima: nuova minaccia a Zelensky nella chiamata a Macron

Il presidente russo ha citato l'attacco alludendo al fatto che non è necessario colpire Kiev per porre fine alla guerra

Pubblicato il:

La guerra in Ucraina va ormai avanti da 257 giorni e mentre il conflitto volge ormai inesorabile al suo nono mese di fila, da Mosca continuano ad arrivare minacce a Kiev. Dopo aver più volte dichiarato di essere pronto a utilizzare le armi nucleari in difesa del Paese in caso di minaccia alla sovranità russa, infatti, il numero uno del Cremlino Vladimir Putin è tornato a parlare di un possibile conflitto nucleare nel corso di una chiamata col presidente francese Emmanuel Macron.

Il colloquio telefonico tra i due, volto a stemperare gli animi e con l’obiettivo da parte della guida francese di negoziare ancora una volta con Putin, è stato infatti sconvolto da una minaccia velata fatta dal presidente russo, parole che non sono di certo passate inosservate alla politica internazionale.

Putin e l’atomica: il messaggio a Kiev

A svelare i contenuti della chiamata tra il presidente francese Emmanuel Macron e quello russo Vladimir Putin è stato il Mail on Sunday, che citando fonti vicine al governo transalpino ha riportato le parole dell’inquilino del Cremlino.

Guerra in Ucraina, Putin cita la bomba nucleare a Hiroshima: nuova minaccia a Zelensky nella chiamata a MacronFonte foto: ANSA

Nel corso del colloquio telefonico, infatti, Putin avrebbe velatamente minacciato di ricorrere alla bomba atomica, senza però citarla direttamente. Per recapitare il messaggio a Kiev e al presidente Zelensky, infatti, Putin ha ricordato quanto avvenuto in Giappone nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Il russo, infatti, ha detto che gli attacchi nucleari a Hiroshima “mostrano che non è necessario colpire una delle principali città per porre fine a una guerra“.

Bomba atomica sull’Ucraina? Le minacce proseguono

Le parole di Vladimir Putin in chiamata con Emmanuel Macron sono agghiaccianti, pronunciate da parte della guida del paese che si trova in difficoltà nella sua missione di invasione sul territorio ucraino. Forse un tentativo di fare la voce grossa per spaventare il nemico che però, ascoltate le minacce, è pronto a tutto.

Kiev, stando a quanto detto da Putin, sarebbe quindi salva e l’attenzione di Mosca potrebbe rivolgersi ad altri territori ucraini che potrebbero subire nuovi raid missilistici se non addirittura atomici. Parole che sanno quindi di avvertimento per il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

La reazione di Emmanuel Macron

Nonostante nelle parole di Putin non ci fosse un’intenzione diretta di voler usare a breve un’arma nucleare, il presidente francese Macron sarebbe rimasto “estremamente allarmato” dopo il colloquio col presidente russo.

“Putin ha dato l’impressione chiara di voler usare un arma nucleare nell’est dell’Ucraina”, ha rivelato la fonte sentita dal Mail on Sunday, “lasciando intatta Kiev”.

putin Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,