,,

Governo, toto ministri: chi entra e chi esce nei ruoli chiave

Governo, prende sempre più quota la possibilità di un rimpasto: ecco i ministri che potrebbero entrare e quelli che potrebbero uscire

“Le poltrone le vogliono gli altri, noi vogliamo il bene del Paese”. “I ministri del governo non si toccano, sono una grande squadra”. Ufficialmente sono queste le posizioni rispettivamente di Italia Viva (Iv) e del resto della maggioranza, capitanata dal premier Giuseppe Conte, messo sempre più alle strette da Matteo Renzi. Al di là delle dichiarazioni alla stampa, qualcosa potrebbe cambiare a breve nel ‘team’ dell’esecutivo, laddove il Conte-bis riuscirà a sopravvivere. Insomma, ci potrebbe essere il cosiddetto rimpasto. Così è già scattato il toto ministri che vede tornare protagonista la ‘renziana di ferro’ Maria Elena Boschi e non solo.

Governo e toto ministri, il rimpasto ‘soft’: l’ipotesi uno

Come ricostruisce il Corriere della Sera, Iv punterebbe alla Difesa con Maria Elena Boschi in pole position e con il conseguente ‘scalo’ di Lorenzo Guerini (Pd) all’Interno. A essere messa alla porta in questo caso sarebbe la ‘tecnica’ Luciana Lamorgese.

In un simile scenario il presidente del Consiglio lascerebbe la tanto discussa delega ai Servizi (da tempo Renzi e anche il Pd premono su queto tasto) tramite la nomina a sottosegretario di una persona di fiducia (tra i papabili ci sarebbero il segretario di Palazzo Chigi Roberto Chieppa e il capo di Gabinetto Alessandro Goracci). Ad dare una mano per una simile dinamica ci sarebbe anche l’uscita di Ivan Scalfarotto, che potrebbe ottenere un ruolo dirigenziale all’Ocse.

Governo e toto ministri, il rimpasto ‘soft’: l’ipotesi due

Si potrebbe verificare anche un rimpasto meno soft e quindi più corposo con tanto di passaggio al Quirinale e con un aumento di ministri e sottosegretari. In tal caso servirebbe una modifica alla soglia dei 65 imposta dalla legge Bassanini. La questione si potrebbe risolvere con un decreto legge. Una delle ipotesi è quella di spacchettare il ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture (attualmente c’è Paola De Micheli, dem), con Ettore Rosato di Iv che potrebbe subentrare assieme a Giancarlo Cancelleri o a Graziano Delrio. Per Rosato resta però anche aperto lo scenario relativo alla Difesa, ruolo che potrebbe ‘contendersi’ con la Boschi.

Ci sono poi le ministre Cinque Stelle Nunzia Catalfo e Paola Pisano, rispettivamente al ministero del lavoro e delle politiche sociali e al ministro per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione. Entrambe potrebbero essere sacrificate per lasciare spazio a qualcun altro. Infine c’è il dem Andrea Orlando, già Guardasigilli. Per lui si parla del ruolo da sottosegretario a Chigi.

VirgilioNotizie | 10-01-2021 07:47

Crisi di governo: tutti gli scenari possibili Fonte foto: ANSA
Crisi di governo: tutti gli scenari possibili
,,,,,,,