,,

Cristina D'Avena allo Zecchino d'Oro: il Valzer del moscerino e la vittoria nel 1968

La 10ma edizione del festival per piccini vide il trionfo di Quarantaquattro Gatti ma tenne a battesimo la più famosa interprete italiana di sigle tv

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

La decima edizione dello Zecchino d’Oro ebbe un solo vincitore, ma furono diverse le canzoni, intonate in quell’occasione, che ancora oggi risuonano nella testa di grandi e piccini, come delle vere e proprie hit musicali.

Allo Zecchino d’Oro del 1968 partecipò una bambina che, con il tempo, gli italiani avrebbero imparato a conoscere bene. All’epoca aveva solo 3 anni ma fu comunque capace di conquistare il terzo posto della competizione con l’immortale, è proprio il caso di dirlo, “Valzer del moscerino”.

Quasi il segnale di un talento precoce, quella bambina si chiamava Cristina d’Avena, la celeberrima interprete di sigle di cartoni animati che, negli anni, ha anche vestito i panni dell’attrice, della conduttrice televisiva e della doppiatrice.

Chi presentò e chi vinse la decima edizione dello Zecchino d’Oro del 1968

Tenutosi dal 17 al 19 marzo 1968, a Bologna, il decimo Zecchino d’Oro fu presentato da Cino Tortorella nei panni del Mago Zurlì.

Il trionfo di “Quarantaquattro Gatti” (con il testo di Giuseppe Casarini e la musica di Giuseppe Casarini, interpretata da Barbara Ferigo) rese quella un’edizione memorabile, al punto che nel 2007, quasi 40 anni dopo, in occasione del Gran Galà dello Zecchino d’Oro, Cino Tortorella si esibì cantando Quarantaquattro Gatti.

Chi è Cristina d’Avena e come inizia il successo della cantante di sigle di cartoni animati

Ma fu tenendo a battesimo Cristina d’Avena che lo Zecchino d’Oro del 1968 scrisse una pagina della storia della tv italiana. Onnipresente nelle sigle dei cartoni animati in onda sulle reti Mediaset, in particolar modo su Italia 1, la d’Avena divenne sinonimo di intrattenimento televisivo per la generazione cresciuta con i cartoon in onda sul piccolo schermo.

Ancora oggi Cristina gira tutta l’Italia in tour. Ai suoi concerti non mancano mai i fan sfegatati che, a volte vestiti da personaggi di cartoni animati, come veri e propri cosplayer, cantano e ballano scatenati le intro di “Denver” o “Mila e Shiro”.

E pensare che tutto cominciò con quel terzo posto del Valzer del Moscerino, la canzone che, nel 2006, dette il nome a un album di successi dello Zecchino d’Oro cantati dalla d’Avena stessa, tra cui una reinterpretazione del terzo posto al festival per piccini del 1968.

Una specie di chiusura del cerchio.

Cristina D'avena Fonte foto: ANSA
,,,,,,,