,,

Coronavirus, parroco espone crocifisso: social in delirio

Brescello, il gesto di don Evandro Gherardi scatena il web

L’emergenza coronavirus non accenna a diminuire. Il governo ha emesso un nuovo decreto per provare a contrastare il contagio e ognuno di noi è chiamato a fare la propria parte per cercare di tornare alla normalità il più in fretta possibile. Anche don Evandro Gherardi, parroco di Brescello, ha voluto lanciare un chiaro messaggio e si è affidato alla fede per provare a scongiurare il propagarsi del virus informando tutti attraverso la sua pagina Facebook: «Da stamattina, il Crocifisso di don Camillo è esposto all’esterno della chiesa di Brescello. Cristo, morto e risorto per la nostra salvezza, faccia cessare la pandemia su Brescello, l’Italia e il mondo intero! Noi facciamo la nostra parte: restiamo a casa e preghiamo!». Insieme alla frase, don Evandro ha anche postato le foto che ritraggono il crocifisso posizionato fuori dalla chiesa parrocchiale di Santa Maria Nascente, nella piazza del Comune emiliano.

Il gesto di don Evandro Gherardi non è passato inosservato e il mondo social si è diviso sull’argomento. C’è chi si schiera con il parroco con frasi come: «Grazie mille per aver condiviso il suo gesto di aiuto e conforto in questi giorni così travagliati», «Pregare il Signore ci darà una grande forza per superare questo terribile periodo», «Invito tutti i parroci a mettere fuori il crocifisso e a benedire le proprie parrocchie. Bravissimo», «Bellissimo e commovente il Cristo di Brescello. Sembra abbracciare tutta l’Italia», «Bellissima decisione! Preghiamo il Cristo che liberi al più presto la nostra cara Italia da questa epidemia! Tutti noi sacerdoti, in questi giorni, abbiamo ripensato a quelle bellissime parole dette da Don Camillo in quella chiesa vuota ma piena d’acqua a causa della piena del Po! Parole di conforto e incoraggiamento! Grazie per questo segno don Evandro! Fraternamente in Cristo!»

E chi critica la decisione e attacca il parroco e la Chiesa: «Non esiste nessuna entità superiore! Bisogna ringraziare medici e scienziati punto», «Che donassero parte del loro infinito patrimonio», «Andate a pregare e fatevi curare dai preti ma lasciate liberi gli ospedali a chi crede nella medicina. Al termine dell’epidemia vedremo chi può vantare maggiori guarigioni», «Tutto ciò è dannatamente epico. Mi riporta alle guerre sante e ai profeti dell’Apocalisse in tempi di carestia. Buon medioevo a tutti», «Se aspettassimo l’intervento divino l’umanità verrebbe spazzata via. Lasciamo stare ste cose, serve buonsenso, rispettare i decreti, aver rispetto degli altri, stare a casa. E l’unica vera speranza è che arrivi un vaccino il prima possibile, per adesso bisogna limitare il contagio, dobbiamo farlo noi umani».

Il crocifisso in questione è uno dei tre che furono usati durante le riprese del film ‘Don Camillo’. Solitamente si trova in una cappella laterale ma il parroco ha voluto esporlo per permettere a chiunque di pregare.

VirgilioNotizie | 12-03-2020 14:43

Crocifisso Brescello Fonte foto: Twitter
,,,,,,,