,,

Coronavirus, in Calabria fedeli alla messa delle Palme: è bufera

In un paese del Vibonese è stata celebrata la messa senza rispettare i divieti, monito del sindaco

Matteo Salvini l’aveva detto: “A Messa almeno a Pasqua“. In Calabria lo hanno preso talmente alla lettera da organizzare una messa anche nel giorno delle Palme. Ma non come tante se ne vedono in questo periodo, deserte e in streaming. Ma con i fedeli in chiesa. Una celebrazione in piena regola con tanto di momento della comunione come da liturgia alla faccia di restrizioni e divieti. Il video diffuso in rete è diventato subito virale scatenando un mare di polemiche.

Messa in piena regola. E’ successo a Filadelfia, nel Vibonese, nella Chiesa di Santa Barbara dove la celebrazione per la domenica delle Palme è stata presieduta dal sacerdote don Giovanni Primerano. I parrocchiani sono regolarmente entrati per assistere alla messa. L’evento religioso è stato, peraltro, trasmesso in streaming sui social network e ripreso con i telefonini da alcuni fedeli mentre gli altri erano intenti a prendere l’eucarestia, in fila, come se niente fosse.

Le reazioni. Ferma la presa di posizione sull’accaduto da parte del sindaco, Maurizio De Nisi: “In merito alla situazione emersa  – ha dichiarato all’AGI – devo sottolineare che non appena apprese le notizie e visionati i video, la polizia municipale ha adottato tutti i provvedimenti previsti dai decreti ministeriali per il contenimento del Covid-19. Ogni altro provvedimento sarà valutato ed adottato dalle autorità in conseguenza.

Calabria “fuorilegge”. La messa di Filadelfia non è stata l’unico caso in Calabria di chiese che non hanno osservato i divieti, imposti anche alle celebrazioni religiose. Casi analoghi si erano verificati in altre province, nel Catanzarese e nel Crotonese, i Carabinieri sono intervenuti per allontanare i fedeli disperdendo gli assembramenti per la domenica delle Palme.

VirgilioNotizie | 07-04-2020 11:24

messa Fonte foto: Facebook
,,,,,,,