,,

Coronavirus, Foggia: gente in piazza ai riti, c'è pure il sindaco

A San Marco in Lamis è polemica per le immagini della piazza piena di gente per pregare nel venerdì santo. Presente anche il sindaco

Sempre più difficile tenere la gente a casa, specie nel periodo pasquale nonostante il decreto sul coronavirus. E se c’è chi si sta preoccupando per i possibili spostamenti, assolutamente vietati, nei giorni di Pasqua e Pasquetta, c’è chi invece ha già creato assembramenti sfruttando i riti della settimana santa. Nel foggiano, a San Marco in Lamis per la precisione, quasi 200 persone si sono radunate in piazza per la preghiera del venerdì santo in barba alle restrizioni. E pare ci fosse anche il sindaco…

È successo ieri sera a San Marco in Lamis, paese del Foggiano, peraltro la zona della Puglia più colpita dal Covid-19, e dove c’è stato il primo decesso “pugliese”. Come riporta l’Ansa, un centinaio di persone, c’è chi dice anche duecento, ha assistito davanti al sagrato della chiesa di Maria Santissima Addolorata alla preghiera alla Vergine, recitata da don Matteo, senza rispettare le misure anti-contagio che vietano di uscire di casa in assenza di necessità e proibiscono gli assembramenti. Video e foto delle celebrazioni a San Marco in Lamis stanno facendo il giro del web. Le forze dell’ordine stanno analizzando filmati anche di eventuali telecamere di sicurezza e, a quanto si è appreso, non si esclude che possano scattare denunce penali.

Un assembramento in piena regola (in piena quarantena da Coronavirus), al quale avrebbero partecipato, scrive l’Agi, anche il sindaco Michele Merla e il consigliere regionale Napoleone Cera, salutati calorosamente dal parroco che ha anche ringraziato chi ha deciso di collegarsi da Foggia e da altri comuni, e le forze dell’ordine “che hanno tollerato, questa sera”.

“Stiamo raccogliendo tutti i filmati circolati nelle ore immediatamente successive la celebrazione religiosa al fine di verificare eventuali responsabilità”, dichiara all’Ansa Ludovico Vaccaro, procuratore capo di Foggia. E annuncia: “A breve apriremo un’inchiesta”.

A San Marco in Lamis, ricordano le cronache locali, fu autorizzato il funerale di un anziano prima del risultato del tampone, positivo. All’ultimo saluto in chiesa all’uomo, a inizio marzo, parteciparono centinaia di persone, creando il sospetto che potesse verificarsi un vero e proprio focolaio. Numerosi furono i casi positivi registrati dopo pochi giorni.

VirgilioNotizie | 11-04-2020 12:48

Coronavirus: assembramenti per Venerdì santo nel Foggiano Fonte foto: Ansa
,,,,,,,