,,

Coronavirus emergenza tv: Fazio, D'Urso e Le Iene senza pubblico

La televisione si adegua alle restrizioni per il contagio, trasmissioni senza pubblico

L’emergenza coronavirus si abbatte anche sulla televisione. Non solo scombussolati i palinsesti con continui aggiornamenti e speciali dei Tg. Infatti tutte le trasmissioni in diretta di questa sera, domenica 23 febbraio, andranno in onda senza pubblico in studio. Da Che tempo che fa a Live Non è la D’Urso. Ma non solo.

Una decisione, in coerenza con le restrizioni e le ordinanze che stanno riguardando il nord Italia, nelle zone interessate dal contagio, proprio per evitare che tanta gente sia contenuta, a stretto contatto, all’interno degli studi televisivi.

Mediaset ha infatti deciso che la puntata di “Live – Non è la d’Urso” andrà regolarmente in onda su Canale 5 ma senza pubblico in studio. Stessa cosa sarà per “Mattino 5” di domattina, lunedì 24 febbraio e “Le Iene” in onda martedì 25 e giovedì 27 febbraio su Italia 1.

Idem su Rai 2 per Che tempo che fa: “Questa sera #CTCF andrà in onda in una situazione del tutto inedita.
Non avremo il pubblico in sala e gran parte del programma sarà dedicato al #CoronaVirus, mettendoci a disposizione, in quanto Servizio Pubblico, dell’emergenza che stiamo vivendo”. Stessa soluzione per la puntata della Domenica Sportiva, sempre su Rai 2, dopo Fazio.

“Una scelta che condivido totalmente per senso di responsabilità verso il pubblico stesso, verso gli ospiti e i tecnici che lavorano al programma – ha commentato Barbara d’Urso con un post su Instagram. Mentre Le Iene lo avevano già comunicato con largo anticipo: “Per la prima volta in 24 anni di storia del programma andremo in onda senza pubblico in studio nelle prossime puntate di martedì 25 e giovedì 27 febbraio, come sempre dalle 21.20 su Italia1, in cui vi parleremo naturalmente anche dell’emergenza coronavirus – hanno spiegato con un post sul sito della trasmissione -. La decisione è stata presa visto che la Lombardia è la regione di gran lunga con più contagiati e alcuni casi sono stati registrati anche a Milano. Il sindaco del capoluogo lombardo Giuseppe Sala ha chiesto di prendere tutte le misure per fermare la diffusione del virus. Anche noi vogliamo contribuire”.

VIRGILIO NOTIZIE | 23-02-2020 20:02

ere0y93waaum_zh Fonte foto: Twitter
,,,,,,,