,,

Cadavere nel Po, nuova pista: potrebbe essere di Andreea Rabciuc, si attende l'esame del dna

Nuova pista nel caso del cadavere riemerso dal Po, fatto a pezzi e messo in un borsone: potrebbe essere di Andreea Rabciuc

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Nuova pista. Il cadavere riemerso dal Po a Occhiobello, decapitato, fatto a pezzi e messo in un borsone, potrebbe essere di Andreea Rabciuc. La 27enne, campionessa di tiro a segno di origini rumene, è scomparsa il 12 marzo da Montecarotto. In 28 giorni non l’ha vista né sentita nessuno: non c’è stata nemmeno una segnalazione a ‘Chi l’ha visto?’, programma che si è occupato del caso. La Procura di Ancona ha aperto un fascicolo dopo la denuncia della madre. Quella di Rovigo, grazie all’autopsia, ha accertato che il cadavere è di una donna giovane, tra i 20 e i 30 anni: sarebbe compatibile con le caratteristiche della Rabciuc.

Cadavere nel Po: potrebbe essere di Andreea Rabciuc

Il cadavere a pezzi ritrovato in un borsone sul Po, vicino Occhiobello, in provincia di Rovigo, potrebbe essere quello di Andreea Rabciuc.

Lo stato di decomposizione lascerebbe pensare a una morte abbastanza recente, da una a tre settimane dalla data del ritrovamento.

Per questo sono state escluse le ipotesi iniziali, quando si è pensato che il cadavere potesse appartenere a Isabella Noventa, 55enne uccisa nel 2016, Samira El Attar, 43enne uccisa nel 2019, o Saman Abbas, la giovane pachistana uccisa a Novellara l’anno scorso.

Ora si attendono i risultati delle analisi del dna della vittima, per incrociarlo con le banche dati delle forze dell’ordine.

Cadavere nel Po, la Procura di Ancona apre un fascicolo sulla Rabciuc

Andreea Rabciuc, di origine romena, viveva a Jesi ed è campionessa di tiro a segno.

La Procura di Ancona ha aperto un fascicolo sulla 27enne, scomparsa dalle campagne di Montecarotto (Ancona) lo scorso 12 marzo.

Dalla mattina del 12 marzo si sono perse le sue tracce: a denunciarne la scomparsa ai carabinieri è stata la madre.

I militari quindi hanno effettuato una perquisizione accurata in un casolare, vicino Moie, dove la Rabciuc aveva passato la serata in compagnia di una coppia di amici (uno è il proprietario del casolare) e del fidanzato.

I carabinieri, utilizzando anche cani per fiutare le tracce, hanno controllato l’immobile e le sue pertinenze (anche una roulotte), senza però trovare nulla.

Stando alle dichiarazioni della coppia di amici e del fidanzato, Andreea si sarebbe allontanata dal casolare attorno alle 7, a piedi, dopo aver passato la serata a litigare con il compagno.

Al fidanzato avrebbe lasciato anche il suo cellulare prima di incamminarsi verso Moie.

Della Rabciuc non si hanno notizie da 28 giorni.

Andreea Rabciuc, il fidanzato parla a “Chi l’ha visto?”

Del caso si occupa anche la trasmissione di Rai 3, ‘Chi l’ha visto?‘: fino ad ora non sono arrivate segnalazioni.

Su Facebook il fidanzato aveva pubblicato, lo scorso 4 marzo, un post con la foto di un water scrivendo “questo è il trono adatto a te” e una serie di brutte parole e una frase finale dal significato, in romeno, di addio per sempre.

A ‘Chi l’ha visto?’, nella puntata del 6 aprile, il fidanzato ha detto che il post non era riferito ad Andreea, aggiungendo: “Io non sono colpevole, io non ho fatto niente, i carabinieri mi hanno detto di non rilasciare interviste“.

Non perderti gli ultimi aggiornamenti e segui Virgilio Notizie su Twitter!

cadavere-nel-po Fonte foto: 123RF
,,,,,,,,