,,

Bimbo di 10 anni precipitato dalla finestra di un B&b di Roma: giù dal terzo piano, le parole del padre

Un bimbo americano di 10 anni, in vacanza insieme alla famiglia, è precipitato dalla finestra al terzo piano di un B&b di Roma: è in gravi condizioni

Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

In pieno centro storico a Roma, un bimbo americano di 10 anni è precipitato da una finestra al terzo piano di un palazzo, sede di un B&b. Il bambino, che si trovava in vacanza nella capitale insieme alla famiglia, versa in condizioni gravi ed è ricoverato in prognosi riservata, ma non sarebbe in pericolo di vita secondo quanto riferito dal padre.

Bimbo precipitato a Roma

Nella notte tra martedì 16 e mercoledì 17 gennaio un bambino americano di 10 anni è precipitato da una finestra al terzo piano di un B&b di corso Vittorio Emanuele, in pieno centro a Roma.

Il bambino si trovava nella struttura ricettiva con i genitori e il fratellino. La famiglia si trovava nella Capitale per una vacanza, e stavano soggiornando nel Bed & Breakfast dove è avvenuta la caduta.

Bimbo di 10 anni precipitato dalla finestra di un B&b di Roma: giù dal terzo piano, è in gravi condizioniFonte foto: Tuttocittà.it
La zona di Roma dove si trova il B&b dal quale, da una finestra di una camera al terzo piano, è precipitato un bimbo di 10 anni, ora ricoverato in gravi condizioni

Il bambino, che è stato ritrovato in pigiama, è stato inizialmente soccorso dai genitori, che si sono precipitati in via dei Banchi Nuovi (dove affaccia la camera) dopo aver trovato la finestra della stanza dei figli aperta. Immediato l’intervento delle forze dell’ordine e del 118.

L’arrivo dei soccorsi

Sul posto, poco dopo le 4 del mattino, sono accorsi i carabinieri della stazione di piazza Farnese e un’autoambulanza del 118. Proprio i militari sono accorsi sul posto per primi, richiamati dalle grida disperate dei genitori del bimbo, trovati in strada in pigiama vicino al piccolo.

Il bambino è stato quindi affidato alle cure del personale medico del 118, ed è stato trasportato in codice rosso all’ospedale pediatrico “Bambino Gesù”, dov’è ricoverato in prognosi riservata in terapia intensiva. Le sue condizioni sarebbero molto gravi.

Sotto choc i genitori del piccolo, che sono stato ascoltati dagli inquirenti, mentre i carabinieri effettuavano le analisi e i rilievi necessari alla ricostruzione della dinamica di quello che al momento si configura come un incidente.

Le ipotesi dei carabinieri

I genitori avrebbero raccontato ai carabinieri di aver sentito un rumore intorno alle 4 di mattina, mentre dormivano con le finestre aperte a causa del caldo. Dopo essersi affacciati, hanno visto il loro figlio a terra in strada, tre piani più sotto.

Le forze dell’ordine al momento propendono per un incidente, ma nessuna ipotesi viene per ora esclusa. Al loro arrivo nella camera del B&b affittato dai turisti americani, la finestra della stanza era ancora aperta.

Della vicenda è stato già informato il magistrato di turno. Bisognerà ora attendere i risultati delle indagini delle forze dell’ordine per poter chiarire dinamica e dettagli di questa vicenda.

Il racconto del padre

Brad, il padre del piccolo, avrebbe riferito – secondo quanto riportato da LaPresse – che il figlio “è ferito, ma la testa sta bene. Non ha emorragia interna. Parla e respira“.

Il bimbo sarebbe già stato operato alle braccia.

TAG:

autostrada_ambulanza Fonte foto: 123RF

Le forniture di caffè per la tua azienda

,,,,,,,,