,,

Attentato al Consolato Usa a Firenze, al vaglio un video di rivendicazione in arabo firmato da Hamas

Spunta un video di rivendicazione all'attentato al Consolato Usa a Firenze, con presunta firma di Hamas: inquirenti al lavoro per verificarne la veridicità

Pubblicato il:

Gli uomini della Digos, dell’antiterrorismo e della Dda sono al lavoro per cercare di chiarire le dinamiche dell’attentato al Consolato Usa a Firenze nella notte tra giovedì 1 e venerdì 2 febbraio 2024. Sull’episodio circola anche un video di rivendicazione che porterebbe la firma di Hamas.

Attentato al Consolato Usa a Firenze

L’attacco è avvenuto nella notte, attorno alle 3.30 di venerdì 2 febbraio tra Corso Italia e via Palestro a Firenze. A quell’ora, fortunatamente, la struttura era vuota e gli unici presenti erano gli addetti alla sicurezza di presidio ogni ora.

Sono stati proprio gli addetti a lanciare l’allarme dopo aver visto un bagliore intenso, con due molotov lanciate verso l’edificio.

Nessuno è rimasto ferito e non ci sono stati danni alla struttura.

La Procura di Firenze ha già aperto un fascicolo di indagine e sul caso sta lavorando direttamente la Direzione Distrettuale Antimafia, con il procuratore aggiunto Luca Tescaroli e il sostituto procuratore Lorenzo Gestri.

L’ipotesi di reato avanzata dagli inquirenti è “atto di terrorismo con ordigni micidiali o esplosivi“.

Attentato al Consolato Usa a Firenze, al vaglio un video di rivendicazione in arabo firmato da HamasFonte foto: Tuttocittà.it
Nel cerchio in rosso la zona in cui è avvenuto l’attentato

Il video di rivendicazione

Nelle ore successive è stato poi mandato un video su Telegram a diverse redazioni giornalistiche, immagini che portano la firma di “The whole world is Hamas” che rivendicherebbe l’attacco.

Nel video, tutto in lingua araba e sottotitolato, si sente la voce di un presunto affiliato ad Hamas che preannuncia l’attacco “ai sionisti d’Europa” con il “lancio di 2 bombe a 1-2 metri dal consolato generale degli Usa a Firenze”.

Solo come avvertimento” dice la voce fuoricampo, che però ha precisato che “se l’Italia e l’Europa continueranno a sostenere i crimini di Israele e Usa inizieremo con la vera prima operazione e sappiate che oltre metà degli obbiettivi non sono israeliani o americani”.

La minaccia

Dopo aver fatto vedere in video tutti i ritagli dei siti web che hanno riportato la notizia dell’attentato, a parlare davanti alle telecamere è un presunto miliziano che ha lanciato un messaggio al governo israeliano, italiano e a tutta l’Unione Europea.

Sappiate che per ogni civile palestinese ucciso si crea un nuovo combattente di Hamas nel mondo

Nel pomeriggio, intanto, è apparso anche un altro messaggio sempre su Telegram e siglato dallo stesso gruppo.

Non siamo Hamas, siamo con Hamas

Video al vaglio degli inquirenti

La veridicità del video è ora al vaglio degli inquirenti, con il procuratore aggiunto Luca Tescaroli e il sostituto procuratore Lorenzo Gestri che hanno chiesto ai carabinieri del Ros e alla polizia postale di avviare accertamenti per risalire ai mittenti.

attentato-consolato-usa-firenze-video-hamas Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,