,,

Atreju, l'ex ministro Marco Minniti su migranti e Ue: "Non soddisfatto di quanto fatto finora"

L'ex ministro dell'Interno Marco Minniti ha partecipato a un dibattito ad Atreju, parlando di migranti e Ue: da Bruxelles "Chiacchiere e pochi fatti"

Pubblicato il:

Ad Atreju non è mancato anche un intervento dell’ex ministro dell’Interno Marco Minniti. L’attuale presidente della Fondazione Med Or è ha partecipato a un  dibattito in cui si è parlato di migranti e difesa delle frontiere, durante il quale ha speso parole non lusinghiere nei confronti dell’Unione europea.

L’Ue? “Molte chiacchiere e pochi fatti”

“Non sono soddisfatto di quello che ha fatto finora l’Unione europea, molte chiacchiere e pochi fatti“, ha spiegato Minniti dal palco della kermesse organizzata a Roma da Fratelli d’Italia, iniziata lo scorso 14 dicembre.

“Io metterei al centro della prossima competizione elettorale questi temi, chiederei ad ogni governo europeo di misurarsi con queste questioni. L’Italia è stata lasciata sola e non vuole più esserlo” ha aggiunto l’ex Pd.

atreju-migranti-unione-europea-marco-minnitiFonte foto: ANSA
Marco Minniti al Forum Ambrosetti, a Sorrento

La ricetta per il futuro? Politiche mirate per il continente africano. “Quello che deve essere fatto dall’Europa e dall’Italia è una politica per l’Africa. Da questo punto di vista l’Italia ha fatto una scelta strategica sacrosanta“.

Minniti sulla recessione demografica

Sul tema della denatalità (tra i temi più caldi della manifestazione, al centro anche dell’intervento del super ospite Elon Musk) Minniti ha aggiunto: “L’Europa è entrata in un sistema di recessione demografica”.

Al centro del panel “Immigrazione, difesa delle frontiere e dimensione esterna: una questione europea” nella sala Emanuela Loi di Atreju, anche la questione africana.

“Facciamo pochi figli e non riusciamo a colmare le esigenze del lavoro, mentre l’Africa è in crescita, in una crescita esponenziale“, ha continuato Minniti.

“Questo divario può essere governato ma non cancellato. Se pensiamo di costruire un muro, ammesso che sia possibile, nel Mediterraneo, non ce la faremmo perché la spinta è troppo forte”.

” Bisogna insegnare la cultura europea”

“Se ci opponiamo con forza al terrorismo dobbiamo fare lo stesso per l’immigrazione clandestina“, ha concluso l’ex ministro del governo Gentiloni.

“Bisogna insegnare la cultura europea e migliorare le competenze professionali di chi arriva con l’immigrazione legale”.

marco-minniti-atreju-fratelli-d-italia-unione-europea Fonte foto: Ansa

Hai bisogno di etichette personalizzate?

,,,,,,,,