,,

Ue sanziona Alrosa, azienda leader nell'estrazione dei diamanti: è la più grande al mondo, colpo alla Russia

Sanzioni Ue contro la Russia per la guerra in Ucraina colpiscono Alrosa, azienda statale russa leader nell'estrazione dei diamanti

Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Stop ai diamanti russi. Il Consiglio Ue ha aggiunto alla sua lista nera di individui ed enti sottoposti a misure restrittive la società PJSC Alrosa, azienda russa leader nell’estrazione dei diamanti, e il suo amministratore delegato, Pavel Alekseevich Marinychev. La misura fa parte dell’ultimo pacchetto di sanzioni contro la Russia varato dall’Unione europea per la guerra in Ucraina.

Ue sanziona Alrosa, azienda leader nel settore dei diamanti

Di proprietà dello Stato russo, Alrosa è la più grande società di estrazione di diamanti al mondo. La Russia è il primo produttore di diamanti grezzi a livello globale e Alrosa controlla oltre il 90% di tutta la produzione russa di diamanti.

L’inserimento di Alrosa nella lista nera del Consiglio Ue fa parte del 12° pacchetto di sanzioni economiche adottato dall’Unione europea il 18 dicembre 2023 nell’ambito della guerra di aggressione della Russia contro l’Ucraina.

Ue sanziona Alrosa, azienda leader nell'estrazione dei diamanti: è la più grande al mondo, colpo alla RussiaFonte foto: ANSA
 Ue, stop all’importazione di diamanti dalla Russia

“La società costituisce una parte importante di un settore economico che sta fornendo entrate sostanziali al governo della Federazione Russa”, scrive in una nota il Consiglio Ue.

Stop ai diamanti, colpo alla Russia

Tra le misure contenute nel nuovo pacchetto di sanzioni Ue contro la Russia, le più significative sono quelle che riguardano lo stop all’importazione di diamanti russi.

Si tratta di sanzioni attese da tempo, dato che quello dei diamanti è un settore economico di notevole importanza per la Russia, primo produttore di diamanti grezzi al mondo. Nel 2021 Mosca aveva guadagnato 3,8 miliardi di euro dalle esportazioni di diamanti all’estero, in gran parte attraverso Alrosa.

Lo stop Ue ai diamanti russi fa parte di uno sforzo del G7 per sviluppare un divieto di importazione dei diamanti coordinato a livello internazionale in grado di togliere alla Russia questa importante fonte di reddito.

Da tempo i Paesi Ue hanno ridotto significativamente le importazioni di petrolio e gas e bloccato l’importazione di diversi beni, come oro, caviale e vodka. Ora si aggiunge lo stop ai diamanti nel quadro delle misure per indebolire l’economica di Mosca, impegnata dal febbraio 2022 in una guerra di aggressione contro l’Ucraina.

Le sanzioni Ue sui diamanti russi

Le nuove sanzioni Ue approvate il 18 dicembre scorso prevedono che dal primo gennaio 2024 i 27 Paesi membri dell’Unione europea non potranno più importare né diamanti grezzi o lavorati né gioielli con diamanti che provengono direttamente dalla Russia, a meno che non servano per scopi industriali.

Da qui l’inserimento di Alrosa, la più grande azienda russa produttrice di diamanti, nella lista nera del Consiglio Ue.

Dal primo marzo, il divieto di importazione si estenderà anche ai gioielli e ai diamanti di origine russa che vengono lavorati in altri paesi.

ue-alrosa-diamanti-russia Fonte foto: ANSA

Energia: aiuti di Stato per le aziende

,,,,,,,,