,,

Traffico di droga e armi, 30 arresti in Lombardia: rifornivano di armamenti i criminali della Regione

Nell'ordinanza di custodia cautelare firmata dal giudice per le indagini preliminari si accenna anche a estorsione e ricettazione

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Illecita detenzione e traffico di armi comuni e da guerra, ma non solo. Nell’ordinanza di custodia cautelare emessa nei confronti di trenta persone residenti in vari comuni della Lombardia si accenna anche ad altre ipotesi di reato.

Si tratta di un primo esito di un’inchiesta avviata dai carabinieri della provincia di Milano. Gli esponenti delle forze dell’ordine hanno portato alla luce una vasta rete in mano ai destinatari della misura, messa in piedi per rifornire di armamenti alcuni criminali operanti in Lombardia.

Trenta arresti in Lombardia, quali sono le ipotesi di reato: nell’ordinanza di custodia cautelare si accenna anche a estorsione e ricettazione

Non soltanto traffico di armi comuni e da guerra. Trenta persone, residenti in vari comuni della Lombardia, sono indagate anche per rapina, detenzione e traffico di stupefacenti, estorsione, ricettazione e riciclaggio, furto.

Le ipotesi di reato sono contenute all’interno dell’ordinanza di custodia cautelare firmata da giudice per le indagini preliminari (gip) di Monza.

È l’esito di un’inchiesta portata avanti dai carabinieri di Sesto San Giovanni, comune della città metropolitana di Milano.

30 persone arrestate a Milano e altri comuni del Nord Italia, per i carabinieri trafficavano armi destinate ai criminali della Regione

Per le forze dell’ordine si tratterebbe di un gruppo criminale italiano dotato di una vasta rete ai fini del commercio di armi e dello spaccio di sostanze stupefacenti. Le prime, in particolare, erano destinate a esponenti criminali residenti sia a Milano e in provincia, sia nel resto della Lombardia.

31 arresti a Palermo e in altre città: carabinieri e polizia di Stato contro Cosa Nostra. Tra le accuse la detenzione e la produzione di stupefacenti

L’operazione dei carabinieri di Sesto San Giovanni è stata annunciata a brevissima distanza dall’operazione contro Cosa Nostra a Palermo e in altre città. Nella mattinata di oggi 17 maggio, la polizia di Stato e i carabinieri di Palermo hanno eseguito una misura cautelare nei confronti di 31 indagati, 29 dei quali sono finiti in carcere mentre gli altri 2 ai domiciliari.

In questo caso gli arrestati sono accusati di associazione di tipo mafioso, detenzione e produzione di stupefacenti, detenzione di armi, favoreggiamento personale e estorsione con l’aggravante del metodo mafioso.

carabinieri auto Fonte foto: ISTOCK
,,,,,,,