,,

Sulla Luna il primo lander di privati: si chiama Peregrine, quali aziende ci sono dietro la missione Cert-1

Il primo lancio del razzo Vulcan porterà il lander Peregrine sulla Luna nell'ambito della missione Cert-1

Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Il nuovo lancio verso la Luna, che cambierà l’esplorazione spaziale. Il razzo Vulcan della ULA è partito per la prima volta da Cape Canaveral con a bordo il lander Peregrine della missione Cert-1. Dietro questo nuovo viaggio verso il satellite della Terra ci sono molte aziende private.

La missione Cert-1 verso la Luna

L’8 gennaio, durante le prime ore del mattino italiano, è partito da Cape Canaveral il primo razzo della missione Cert-1, in direzione della Luna. A bordo, con diversi esperimenti scientifici, il lander Peregrine.

Si tratta della prima missione della NASA nell’ambito di un programma che ha coinvolto molte aziende private. L’obiettivo è quello di spingere sempre più grandi industrie a occuparsi dei lanci commerciali spaziali.

Peregrine missione Cert-1 LunaFonte foto: ANSA
Il razzo Vulcan sulla rampa di lancio

A gestire l’intera missione per conto dell’agenzia spaziale americana c’è Astrobotics Technology, che ha anche costruito il lander, mentre il razzo su cui è partito, il Vulcan, è stato ideato da Boeing e Lockheed Martin, unite nella joint venture United Launch Alliance (ULA).

Nei prossimi anni si preannuncia una vera e propria corsa alla Luna. Oltre alla missione Artemis della NASA, c’è stato anche il primo lancio indiano verso il polo sud del nostro satellite naturale.

Astrobotics e ULA, le aziende dietro a Cert-1

Le due aziende che hanno permesso alla NASA di cominciare la missione Cert-1 sono Astrobotics Technology e ULA. La prima è specializzata in robot autonomi e ha ottenuto il contratto per portare carichi commerciali della NASA sulla Luna.

Per arrivarci ha unito le forze proprio con ULA, una joint venture di due grandi aziende americane. La prima è Boeing, famosa soprattutto per la produzione di aerei di linea. La seconda è Lockheed Martin, anche lei statunitense, che si occupa soprattutto di difesa.

Insieme hanno ideato un nuovo razzo, che sostituirà i vecchi Atlas nei regolari lanci della NASA. Si chiama Vulcan ed è sviluppato in collaborazione con la società spaziale di Jeff Bezos Blue Origin.

L’importanza del razzo Vulcan

Il razzo Vulcan è un lanciatore spaziale a due stadi, alto più di 9 metri. Risulta più potente e molto più efficiente, sia in termini di consumi che di costi, dei precedenti modelli utilizzati dalla NASA.

Pur non essendo interamente recuperabile e riutilizzabile come quelli di Space X, Vulcan ha un sistema di sganciamento e rientro nell’atmosfera terrestre dei motori, che permette di risparmiare oltre il 60% del costo di ogni lancio.

In futuro Vulcan servirà sia l’esercito americano per il posizionamento in orbita di satelliti, sia Amazon, nell’ambito del progetto di internet satellitare dell’azienda di Jeff Bezos, denominato Kuiper.

razzo Fonte foto: ANSA

Le forniture di caffè per la tua azienda

,,,,,,,,