,,

Spara a Capodanno: lascia il presidente del consiglio di Foggia

Il presidente del consiglio comunale di Foggia ha dato le dimissioni dopo il video girato sui social in cui spara a salve per festeggiare il Capodanno

Il video diventato virale sui social nel quale spara a salve dal balcone alla fine lo ha portato alle dimissioni. Finito nella bufera per queste immagini, Leonardo Iaccarino di Forza Italia ha rimesso il suo mandato da presidente del consiglio comunale di Foggia e ammette “in una città ostaggio della mafia, in cui le pistole sparano per uccidere, è doveroso evitarne qualsiasi utilizzo”.

I fotogrammi al centro dello scandalo lo ritraggono salutare il nuovo anno sparando a salve dal terrazzo di casa sua. “Non è una barzelletta” grida in dialetto mentre esplode i colpi in aria, ridendo e festeggiando.

L’episodio ha provocato l’indignazione generale dei cittadini di Foggia e dei politici locali che hanno chiesto a gran voce le dimissioni.

Al termine di una riunione con i capigruppo di maggioranza ha però deciso di rinunciare alla posizione da presidente del consiglio, ma ha precisato di non avere intenzione di lasciare il posto di consigliere comunale.

“Come noto uno scampolo della mia vita privata è diventato, mio malgrado, di pubblico dominio. Ciò ha leso la mia immagine pubblica (che è stata sempre ineccepibile) e l’Istituzione che rappresento” scrive nella lettera di dimissioni al sindaco foggiano Franco Landella.

“È superfluo – dice Iaccarino – evidenziare che sono del tutto consapevole che in una città ostaggio della mafia, in cui le pistole sparano per uccidere, è doveroso evitarne qualsiasi utilizzo, per il forte disvalore simbolico che esse rappresentano.

“Ora non devo più aggiungere altro. Basta mi sono dimesso. L’opinione pubblica mi ha messo alla gogna” avrebbe poi detto Iaccarino.

Come riportato da Repubblica, nonostante il rammarico il consigliere comunale di Forza Italia si sarebbe però sfogato così: “Che  male abbiamo fatto. Ci siamo divertiti a sparare con una pistola a giocattolo nella notte di San Silvestro. L’arma è innocua. È una pistola giocattolo con il tappo rosso. Tra le altre cose è stata acquistata da mio figlio minorenne”.

Anche il suo legale Michele Vaira ha ribadito che l’oggetto impugnato era una pistola a salve: Si tratta di un giocattolo in libera vendita, del tutto inoffensivo – ha detto l’avvocato. Consapevole della immagine non edificante che emerge dal video (ingenuamente diffuso da un suo stesso famigliare), Iaccarino esprime tutto il suo rammarico”

VirgilioNotizie | 03-01-2021 23:38

fuochi artificio Fonte foto: ANSA
,,,,,,,