,,

Moglie e suocera di Soumahoro a processo: accusate di reati fiscali con le cooperative a sostegno dei migranti

La moglie e la suocera del deputato Aboubakar Soumahoro sono state rinviate a giudizio: processo al via a gennaio 2024

Pubblicato il:

Sono state rinviate a giudizio la moglie e la suocera del deputato Aboubakar Soumahoro, Liliane Murekatete e Marie Therese Mukamitsindo. Le due donne sono accusate di una maxi evasione fiscale con le loro cooperative impegnate nell’accoglienza dei migranti. Il processo inizierà a gennaio 2024.

Moglie e suocera di Soumahoro rinviate a giudizio

I rinvii a giudizio sono stati disposti nella giornata di oggi, venerdì 15 dicembre, dal giudice per l’udienza preliminare del tribunale di Latina.

Sono sei in totale le persone che andranno a processo: oltre alla moglie e alla suocera di Soumahoro ci sono il cognato del parlamentare, Michel Rukundo, e una loro collaboratrice.

Moglie e suocera di Soumahoro a processo: accusate di reati fiscali con le cooperative a sostegno dei migrantiFonte foto: ANSA

Gli altri due, una seconda collaboratrice e un altro cognato di Soumahoro, risultano irreperibili: la loro posizione potrebbe venire stralciata nel corso della prima udienza del processo, fissata per il 24 gennaio 2024.

Quali sono le accuse

Moglie e suocera del deputato ex Alleanza Sinistra-Verdi sono state rinviate a giudizio per il primo filone dell’inchiesta che le riguarda, per dei presunti reati fiscali legati alla gestione delle cooperative che si occupano della gestione e del supporto ai migranti.

Secondo l’accusa le cooperative gestite dalle due donne, Karibu e Consorzio Aid, poi sciolte dal Ministero delle Imprese, avrebbero evaso oltre due milioni e mezzo di euro.

Al processo saranno parte civile i lavoratori delle coop, che con le loro denunce hanno fatto esplodere il caso.

Le indagini sul secondo filone

Intanto vanno avanti le indagini sul secondo filone dell’inchiesta condotta dalla guardia di finanza, quello che aveva portato il 30 ottobre scorso agli arresti domiciliari per la moglie e la suocera di Soumahoro.

Alle due imprenditrici vengono contestate a vario titolo le accuse di frode nelle pubbliche forniture, bancarotta fraudolenta patrimoniale e autoriciclaggio nell’ambito della gestione delle cooperative.

Secondo la procura di Latina buona parte dei soldi pubblici destinati alle cooperative sarebbero stati distratti e usati per investimenti immobiliari, soggiorni in hotel, cene al ristorante, acquisti di vestiti e gioielli.

moglie-suocera-soumahoro-processo Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,