,,

Covid, dai vaccini ai rischi dell'estate: parla Massimo Galli

Massimo Galli, direttore del Sacco di Milano, ha fatto un'analisi a 360 gradi sugli ultimi dati della pandemia in Italia, ma non solo

Massimo Galli, infettivologo dell’ospedale Sacco di Milano, è stato tra i primi a criticare, a fine aprile, la decisione del governo Draghi di riaprire diverse attività nel Paese. A distanza di poco più di un mese l’Italia ha iniziato a tingersi di bianco, ma secondo l’esperto, intervistato da Repubblica, sebbene i dati siano migliorati ci sono degli aspetti negativi.

Covid, il dato preoccupante sulle morti: parla Massimo Galli

Massimo Galli ha detto che si deve “prendere atto” che adesso “le cose stanno andando meglio oltre le più ottimistiche aspettative“.

Motivo per cui “la sanità deve tornare a essere la sanità di tutto, non sono quella del Covid”, visto che il resto delle patologie è stato trascurato.

“Già l’anno scorso – ha aggiunto – il numero assoluto dei morti è stato superiore alla semplice somma dei morti previsti e di quelli da Covid. Nelle statistiche del 2021 lo si vedrà ancora di più” perché “ci sono settori che sono stati abbandonati, esami che non venivano più effettuati, operazioni importanti rinviate chissà a quando”.

L’esperienza Covid deve insegnare all’Italia a colmare diversi gap, come per esempio il numero di posti letto in rianimazione, “chiaramente inferiore agli standard europei, e lo abbiamo visto”.

Galli sui vaccini: la buona notizia sulle varianti

Per quel che invece riguarda il vaccino, Galli ha sottolineato come tutti stiano “tenendo il colpo anche contro le varianti“, anche se “solo il tempo darà risposte”.

Proprio per questo motivo, l’esperto ha spiegato che si sta “battendo” affinché si misurino “gli anticorpi prodotti dai vaccini nei più fragili e nei più esposti”.

Galli si è poi detto ottimista per il fatto che “questi vaccini, anche quando non evitano il ritorno dell’infezione, la attenuano parecchio, evitando i sintomi peggiori e quindi il ricovero e infine la morte”.

Galli e le riaperture dell’estate: il confronto col Regno Unito

Giusto quindi pensare a un’estate più ‘normale’ rispetto all’ultimo anno? “Serve cautela – ha risposto Galli -: con le riaperture potremo fare una vita ben diversa, ma dobbiamo pensare a cosa succede nel Regno Unito, dove dopo le riaperture c’è stato un importante ritorno dei contagi dovuto probabilmente alla variante indiana”.

Ma questo “non è un preavviso di una nuova ondata in autunno, bensì un invito a non mollare proprio adesso”.

VirgilioNotizie | 05-06-2021 07:33

Nuovi colori delle regioni dal 7 giugno: cosa cambia Fonte foto: ANSA
Nuovi colori delle regioni dal 7 giugno: cosa cambia
,,,,,,,