,,

Maestro di arti marziali arrestato: l'accusa è di violenza sessuale. Come si sarebbero svolti i fatti

Chi è coinvolto nell'indagine. C'entrano anche la moglie e un broker. Quali sono le accuse. C'è anche truffa aggravata

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Violenza sessuale aggravata. Con questa accusa è stato arrestato un 52enne, residente nel bresciano. L’ordinanza, che porta la firma del giudice per le indagini preliminari di Brescia, è stata richiesta dalla procura del comune della Lombardia.

Maestro di arti marziali arrestato per violenza sessuale: chi è coinvolto nell’indagine. C’entrano anche la moglie e un broker

Attualmente, il destinatario della misura si trova agli arresti domiciliari. Denunciata anche la consorte. Nella vicenda è rimasta coinvolta anche una terza persona della quale si conoscono soltanto età e professione svolta: si tratta di un broker finanziario di 53 anni.

Maestro di arti marziali arrestato per violenza sessuale: quali sono le accuse. C’è anche truffa aggravata

L’accusa di violenza sessuale aggravata si accompagna a quelle di commercio abusivo di farmaci illegali, truffa aggravata ed esercizio abusivo della professione medica. Sotto sequestro sono finiti i locali della palestra: l’uomo posto ai domiciliari era infatti un maestro di arti marziali.

Maestro di arti marziali arrestato per violenza sessuale: come si sarebbero svolti i fatti. Gli allievi spinti a partecipare al sesso di gruppo

Proprio tramite il ruolo di maestro di arti marziali, l’uomo, secondo l’accusa, avrebbe creato un rapporto di sudditanza con le allieve e gli allievi, un rapporto in cui questi ultimi erano naturalmente in posizione subordinata.

Sarebbero stati quindi spinti a partecipare a sessioni di sesso di gruppo, alle quali avrebbero preso parte anche il 52enne destinatario di misura cautelare personale, insieme a sua moglie. Durante il sesso di gruppo inoltre alcune donne hanno testimoniato di aver subito violenze.

Le altre accuse: quale sarebbe stato il ruolo del broker e perché il 52enne è finito nei guai per esercizio abusivo della professione medica

Le altre accuse sono scaturite dai sospetti che il 52enne praticasse l’agopuntura, senza peraltro averne titolo, e avrebbe prescritto farmaci (per il miglioramento delle prestazioni sessuali e anoressizzanti) tra l’altro non autorizzati per il commercio in Italia (sarebbero quindi stati acquistati all’estero e importati dall’istruttore).

Il broker finanziario invece avrebbe svolto un ruolo di intercessione: tramite il 53enne, alcuni parenti degli allievi della palestra sarebbero stati convinti a investire nella palestra, allettati da elevate rendite promesse.

forze ordine Fonte foto: ISTOCK

Energia: aiuti di Stato per le aziende

,,,,,,,,