,,

M5S, Petrocelli fa polemica sul 25 aprile con la lettera Z: cosa ha scritto e la reazione di condanna di Conte

Il presidente della commissione Esteri di Palazzo Madama ha pubblicato un messaggio sui social alzando un polverone

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Non è neanche il 25 aprile che già c’è polemica sulla festa della Liberazione che viene festeggiata, come ogni anno, dal 1945. A poche ore dal 77° anniversario di quel 25 aprile 1945 in cui l’Italia venne liberata dal nazifascismo, è il presidente della commissione Esteri del Senato Vito Petrocelli a fare polemica, alzando un vero e proprio polverone all’interno del Movimento 5 Stelle e non solo.

Petrocelli, il messaggio social con la lettera Z

Il senatore del Movimento, tramite Twitter, ha postato un messaggio che lascia poco spazio all’immaginazione. Noto per le sue posizioni apertamente filo-Cremlino, che nelle scorse settimana gli sono costate una brutta tirata d’orecchie con tanto di procedimento per l’espulsione dal partito, Petrocelli ha deciso di “festeggiare” il 25 aprile a modo suo.

Alla vigilia della festa della Liberazione, il presidente della commissione Esteri di Palazzo Madama ha augurato a tutti una buona festività, incastonando in maniera ben visibile una “Z” che negli ultimi due mesi ha avuto un significato specifico nella guerra russo-ucraina. “Per domani buona festa della LiberaZione” ha scritto il senatore, provocando follower e colleghi.

Lettera Z, qual è il significato

La lettera Z ben evidenziata da Vito Petrocelli, ha un significato particolare. Dipinta sui carri armati e sui veicoli militari russi che partecipano all’invasione dell’Ucraina, è diventata il simbolo di questa guerra per i russi. Z sta per le parole russe “za pobedu” (“per la vittoria“).

Politici, attivisti e influencer sostenitori di Putin indossano questo simbolo con orgoglio e lo condividono sui social per manifestare il loro sostegno al Cremlino e all’operazione militare avviata in Ucraina.

Messaggio Petrocelli, la condanna di Conte e della politica

Tra i primi a reagire al messaggio social di Vito Petrocelli è stato il presidente del Movimento 5 Stelle Giuseppe Conte. L’ex premier, intervenendo su Twitter, ha condannato fermamente le parole del presidente della commissione Esteri di Palazzo Madama, sottolineando che l’uomo è ormai fuori dal partito: “Il suo ultimo tweet è semplicemente vergognoso, è inqualificabile”.

“Z dal 24 febbraio vuol dire morte, distruzione, terrore, vergogna. Vito Petrocelli oggi deve solo vergognarsi per la tragedia ucraina e per aver infangato il 25 aprile. È fuori dal M5S e deve dimettersi da Presidente di Commissione! Spero abbia un po’ di dignità residua” ha invece scritto sui social il deputato del M5s Stefano Buffagni. Anche da IV, con Rosato, non si sorvola sull’accaduto: “È veramente una vergogna. Non un errore, semplicemente una vergogna”.

petrocelli Fonte foto: ANSA
,,,,,,,