,,

Virus isolato, il momento decisivo. I tempi per il vaccino

Parla la dottoressa Maria Rosaria Capobianchi, una delle tre scienziate italiane che ha isolato il virus

È una delle tre scienziate che ha isolato il virus del coronavirus. Intervistata da Mattino 5 la dottoressa Maria Rosaria Capobianchi ha raccontato la ore decisive che ha vissuto con le colleghe allo Spallanzani di Roma.

“Questo fa parte del lavoro dei virologi, attivarsi dopo la scoperta di un nuovo virus. Quello che è importante è avere a disposizione il virus vivo, coltivabile, e questo procedimento si chiama isolamento virale”, ha spiegato.

“Sono stati momenti concitati. Si chiama effetto citopatico, quello che noi vediamo sulle cellule quando c’è un virus. È un danno e le cellule perdono la loro morfologia. Quando si semina un virus sconosciuto sulle cellule vanno seguite per capire se è il virus che determina questo danno”. “Quando è cominciato a comparire questo effetto citopatico ha scatenato scene di gioia. Ora si apre un nuovo capitolo”, ha aggiunto la dottoressa.

Maria Capobianchi, 67 anni, nata a Procida, è direttrice del laboratorio di Virologia dello Spallanzani. Con lei hanno lavorato Concetta Castilletti, siciliana 56enne, responsabile dell’Unità virus emergenti dell’Istituto Spallanzani e Francesca Colavita, 30 anni di Campobasso, con alle spalle un’importante esperienza in Africa ai tempi dell’epidemia di ebola. Quest’ultima è balzata alle cronache per il suo contratto a tempo determinato in scadenza a novembre 2021 allo Spallanzani.

Dall’isolamento al vaccino

“L’isolamento del virus è un passo essenziale per studiare e per poter perfezionare i metodi diagnostici, individuare eventuali sostanze antivirali e per capire la biologia del virus e i suoi meccanismi patogenetici. Dall’avere a disposizione il primo materiale da studiare al momento in cui sarà disponibile un prodotto utilizzabile, però, passa del tempo e non è detto che questo succeda prima che la fase epidemica sia risolta”, ha dichiarato la virologa ao microfoni dell’Ansa.

“È un passo cruciale ogni volta che abbiamo a che fare con un nuovo virus – ha aggiunto -. Si apre un campo importante di ricerca per trovare applicazioni nel campo del trattamento e della prevenzione. Aver isolato il virus è un passo indispensabile per fare tutto quello che ho detto, compreso il vaccino. La scienza ha fatto passi da gigante negli ultimi anni, bisognerà studiare tutte le piattaforme utilizzabili. Se lo sviluppo avverrà in collaborazione con i cinesi non lo sappiamo, ha concluso, vediamo cosa ci viene proposto”.

VIRGILIO NOTIZIE | 03-02-2020 16:11

Coronavirus, rimpatriati gli italiani da Wuhan Fonte foto: Screenshot da video Ansa
Coronavirus, rimpatriati gli italiani da Wuhan
,,,,,,,