,,

Guerra Ucraina-Russia, ultime news: notte di bombe su Kiev e altre città, Putin minaccia gli 007 occidentali

La guerra in Ucraina è al 675esimo giorno. In diretta tutti i principali aggiornamenti di mercoledì 20 dicembre 2023

Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Giorno numero 675 della guerra fra Russia e Ucraina. Nella notte appena trascorsa, le forze del Cremlino hanno martellato con droni e bombe diverse città ucraine: la capitale Kiev, Kharkiv a occidente, Charkiv a oriente e Kherson nel sud del Paese. Al momento non vengono segnalate vittime, ma solo danni agli edifici e 9 feriti a Kherson, fra i quali 4 bambini. Come riferiscono le autorità locali, 4 persone sono state trasportate in ospedale, mentre 5 sono state medicate sul posto. La contraerea ucraina è riuscita ad abbattere diversi droni di fabbricazione iraniana lanciati su Kiev.
L’Assemblea generale dell’Organizzazione delle nazioni unite ha adottato una nuova risoluzione per condannare le violazioni dei diritti umani russe contro la popolazione ucraina. L’Onu richiede il ritorno sicuro di tutti i bambini ucraini e degli ostaggi civili.
Nel suo discorso serale, il presidente ucraino Zelensky ha ammesso che “nessuno sa quando finirà la guerra”.

Il racconto della giornata

  1. Mosca: schierato il missile Avangard, potenza fino a 34mila km/h

    Nella guerra contro l’Ucraina, la Russia schiera il missile Avangard, questo viaggia fino a 34mila km/h. A riferirlo è l’agenzia Interfax, secondo cui il ministero della Difesa russo ha reso noto dei video che mostrano il trasporto del missile all’interno di un silo di lancio. Avangard è capace di cambiamenti di traiettoria improvvisi e di viaggiare a velocità ipersoniche. Inoltre, secondo le dichiarazioni di Mosca, è in grado di superare qualsiasi difesa missilistica

  2. Mosca: Putin ordina l'aumento del +15% dei militari

    Saranno almeno 170mila le nuove forze militari di Mosca. Aumentano le braccia armate, il cui numero è oggi di a 2.209.130 individui, di cui 1.320.000 militari. Nel decreto firmato dal presidente, si spiega che “l’aumento dell’organico a tempo pieno dell’esercito è dovuto alle crescenti minacce” legate alla guerra in Ucraina e ai rapporti sempre più tesi con la Nato.

  3. Boeing ucraino esce dal Paese senza farsi intercettare: ha sorvolato l'Italia

    Un Boeing è decollato dall’Ucraina senza farsi intercettare, ha sorvolato l’Europa compreso il Nord Italia ed è atterrato a Parigi: si tratta del primo volo da mesi con lo spazio aereo chiuso a causa del conflitto in corso con la Russia. La società che lo gestisce ha riferito che si è trattato di un volo tecnico.

  4. Mosca contro Zelensky: "Per lui la guerra è l'ultima possibilità di restare al potere"

    Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha fatto della guerra contro la Russia la sua “ultima possibilità di rimanere al potere”. Lo ha dichiarato in conferenza stampa la portavoce del ministero degli Esteri del Cremlino, Maria Zakharova, ripresa dall’agenzia di stampa Tass.

  5. Peskov sui negoziati di pace

    Al momento non ci sono i requisiti per lo svolgimento di negoziati di pace con l’Ucraina. Lo ha detto ai giornalisti il ​​portavoce del presidente della Federazione Russa, Dmitry Peskov.

  6. Biden, Trump abbraccia amico Putin, intesa Mosca-Mar-a-Lago

    “Questo fine settimana Trump ha abbracciato il suo vecchio amico Putin. Lo ha persino citato. Non è una sorpresa. Del resto tra Mosca e Mar-a-Lago c’è molta intesa”: ieri sera Joe Biden, citato dall’Ansa, è tornato ad attaccare il suo probabile rivale alla Casa Bianca Donald Trump in un evento elettorale, ribadendo che “la più grande minaccia che rappresenta è per la nostra democrazia” e che il suo linguaggio “ricorda quella della Germania anni ’30”.

  7. Borrell, Ue si prepari a un conflitto che durerà

    Vladimir Putin “non lascerà la guerra, non prima delle elezioni americane, che presentano uno scenario più favorevole per lui. Quindi dobbiamo prepararci a un conflitto di alta intensità che perdurerà nel tempo. Ecco quello che le società europee devono sapere, devono apprendere, e noi dobbiamo quindi sviluppare la nostra industria bellica, che non è assolutamente all’altezza delle sfide che ci troviamo di fronte”. Così Josep Borrell, alto rappresentante dell’Unione europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza, intervenendo al summit Grand Continent in corso a Courmayeur (Aosta) sulla funivia Skyway.

  8. Zelensky nomina Halyna Mykhailiuk sua rappresentante alla Rada

    Il presidente Volodymyr Zelensky ha nominato un suo nuovo rappresentante alla Verkhovna Rada per sostituire il destituito Fedor Venislavsky. È Halyna Mykhailiuk. Lo si legge nel relativo decreto pubblicato sul sito della presidenza. Halyna Mykhailiuk è una deputata del partito Servo del Popolo ed è il vice capo del comitato per le attività di contrasto, oltre a essere tra i membri della delegazione permanente della Verkhovna Rada ucraina presso l’Assemblea parlamentare della Nato.

  9. Putin contro gli 007 stranieri: "Hanno fatto terrorismo di Stato"

    Vladimir Putin invoca una risposta “severa” contro i servizi di intelligence stranieri che avrebbero cercato di destabilizzare la Russia aiutando l’Ucraina: “Il regime di Kiev, con il sostegno diretto dei servizi speciali stranieri, ha intrapreso la strada dei metodi terroristici, praticamente del terrorismo di Stato”, ha affermato il presidente russo parlando in occasione della Giornata degli agenti di intelligence.

  10. Il presidente ceco Petr Pavel: "Presto Russia favorita nella guerra"

    Secondo il presidente ceco Petr Pavel “una nuova situazione” l’anno prossimo potrebbe favorire la Russia nella guerra in Ucraina. Così ha affermato Pavel in un’intervista a Seznam Zprávy. Due gli elementi che, per Pavel, potrebbero favorire la Russia: la vittoria di Donald Trump alle elezioni americane del 2024 e l’aggravarsi della crisi mediorientale che distoglie le risorse occidentali dall’Ucraina.

  11. Nuova risoluzione Onu contro la Russia

    L’Assemblea generale dell’Onu ha adottato una risoluzione aggiornata che condanna le violazioni dei diritti umani da parte della Russia nei territori occupati. Ne ha dato notizia il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba: “La risoluzione richiede specificamente alla Russia di fermare le deportazioni forzate e di garantire il ritorno sicuro di tutti i bambini ucraini e degli ostaggi civili. Questi sono alcuni dei crimini più atroci e devono essere fermati”.

  12. Bombe russe su Kiev, Kharkiv, Charkiv e Kherson

    Le autorità ucraine riferiscono di bombardamenti russi nella notte su Kiev, Kharkiv nell’Ucraina occidentale, Charkiv a oriente e Kherson nel sud del Paese. Non ci sarebbero vittime, ma solo danni agli edifici. E “durante il bombardamento di Kherson questa sera da parte degli occupanti russi, 9 persone sono rimaste ferite, tra cui 4 bambini”, ha dichiarato su Telegram il sindaco Roman Mrochko.

,,,,,,,,