,,

Covid Report Fiaso: vaccinati e non vaccinati ricoverati. Quanti sono gli under 18 in ospedale

Il report Fiaso sui dati degli ospedali sentinella rileva che sono in aumento i ricoverati che non hanno fatto il vaccino, e in calo quelli vaccinati

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

La Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere (Fiaso) ha pubblicato il report dei dati raccolti dalla rete di ospedali sentinella sui pazienti Covid. Al 30 novembre, sono 810 i pazienti monitorati, contro i 697 della settimana prima; di questi, diciassette ragazzi al di sotto dei 18 anni sono ricoverati nei reparti ordinari, mentre due sono in terapia intensiva.

Covid, report Fiaso: ricoveri +16%, terapie intensive +9%

Secondo quanto rileva il report, il trend dei ricoveri per Covid è in aumento, con un incremento del 16% in una settimana. La precedente rilevazione aveva invece osservato un aumento inferiore, pari all’11%.

Il trend dei ricoveri in terapia intensiva risulta invece più stabile: sono soltanto sette i pazienti in più, che fanno registrare un incremento del 9%. Secondo quanto rivela Fiaso, si tratta esclusivamente di persone non vaccinate.

Covid, report Fiaso: quanti sono i vaccinati e non vaccinati in ospedale

Tra i ricoverati in terapia intensiva, sono in aumento del 17% quelli che non hanno fatto il vaccino, mentre calano del 10% i vaccinati. Un dato che conferma ancora una volta l’efficacia dei vaccini nel proteggere dalle forme gravi della malattia.

Vaccinati e non, i dati su età media e comorbidità

L’età media dei ricoveri è molto più bassa tra i non vaccinati, e si attesta intorno ai 63,4 anni; l’età media dei vaccinati ospedalizzati è invece di 74,7 anni. Tra questi ultimi è inoltre maggiore la presenza di malattie pregresse: sono il 71%, contro il 56% di non vaccinati con comorbidità.

OspedaleFonte foto: ANSA

Dal report emerge dunque che tra i ricoverati non vaccinati ci sono in media più persone giovani e con uno stato di salute generalmente migliore.

I minorenni ricoverati sono diciassette, dei quali due sono in terapia intensiva. L’età media è di 4 anni, mentre i bambini in rianimazione hanno 14 e 11 anni.

Presidente Fiaso: “Crescono i ricoveri di non vaccinati, diminuiscono quelli di vaccinati”

A margine del report, il presidente Fiaso Giovanni Migliore ha commentato: “Crescono i ricoveri di non vaccinati, diminuiscono quelli di vaccinati: i dati degli ospedali sentinella Fiaso relativi alle Terapie intensive nell’ultima settimana evidenziano come a subire le conseguenze peggiori del Covid siano essenzialmente i non vaccinati”.

Migliore ha quindi auspicato che l’ampliamento delle fasce d’età a cui può essere somministrata la terza dose, insieme alle vaccinazioni delle persone fragili, “proteggerà i soggetti vaccinati dalle forme gravi della malattia”. Parallelamente, ha sottolineato l’importanza della vaccinazione anche in età pediatrica per inibire la circolazione del virus.

Dal 1° dicembre le dosi booster sono aperte a tutti gli over 18: ecco una guida su come prenotare il vaccino regione per regione.

Covid, come cambiano i sintomi nei bambini: lo studio Fonte foto: ANSA
Covid, come cambiano i sintomi nei bambini: lo studio
,,,,,,,