,,

Covid, Bosè: "Io negazionista". La teoria sulla morte della madre

Miguel Bosè, dichiaratamente negazionista, ha spiegato la sua teoria sulla morte della madre

Miguel Bosè è ricomparso in televisione dopo un lungo periodo di assenza. In un’intervista concessa alla star della tv ‘La Sexta’ Jordi Évole, l’artista, dichiaratamente negazionista, ha commentato anche la morte della madre, che ha perso la vita durante la prima ondata del Covid-19.

All’inizio dell’intervista, Bosè ha chiesto all’interlocutore di togliersi la mascherina: “Sono negazionista e questa è una posizione che tengo a testa alta. C’è un disegno che non si vuole far sapere, questa è la verità”. Il giornalista si è opposto.

Miguel Bosè e la sua teoria sulla morte della madre

Questo il commento di Miguel Bosè sulla morte della madre: “Non è stato il virus a ucciderla, ma qualcos’altro. Se parlassi direi cose molto pericolose per chi doveva curarla”.

Miguel Bosè e il dramma della droga

L’artista ha anche raccontato il suo dramma personale con la droga: “Ho vissuto anni selvaggi, nei quali scoprii la mia parte oscura. Droga, sesso bestiale, sostanze…”.

Tutto sarebbe iniziato dopo una delusione d’amore. Il racconto di Miguel Bosè: “Chiamai alcuni amici e dissi: ‘Ho bisogno di far festa’. Ricordo il primo bicchiere e, poco dopo, la prima striscia di coca. Gli effetti mi durarono una settimana”.

Ancora Bosè: “Pensavo fosse una parte necessaria, legata alla creatività. Da un giorno all’altro, però, le droghe smettono di essere tue alleate e diventano il tuo nemico. Fino al giorno in cui ho avuto la forza di dire basta”.

L’artista ha spiegato: “Non uscivo più nei locali, ma mi facevo lo stesso tutti i giorni. Sono arrivato a consumare quasi 2 grammi di cocaina al giorno, oltre a fumare marijuana e a prendere pastiglie. Solo 7 anni fa ho smesso per sempre con tutta questa roba”.

 

VirgilioNotizie | 12-04-2021 12:16

Bosè Fonte foto: ANSA
,,,,,,,