,,

Covid, in calo casi, morti e ricoveri: i dati del monitoraggio Gimbe

I dati del monitoraggio della Fondazione Gimbe sull'andamento della pandemia di coronavirus in Italia

Calano per la quinta settimana consecutiva i nuovi casi di Covid-19 in Italia, così come calano i decessi, le persone in isolamento domiciliare e i posti letto occupati negli ospedali. Lo rileva il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe, che confronta i dati della settimana dal 29 settembre al 5 ottobre 2021 con quelli del periodo precedente.

I nuovi casi di coronavirus nel periodo 29 settembre-5 ottobre sono stati 21.060, pari al -9% rispetto ai 23.159 della settimana precedente. Ancora maggiore, -19,4%, il calo dei decessi, passati da 386 a 311.

“Ormai da 5 settimane consecutive il dato nazionale mostra una discesa dei nuovi casi settimanali, anche se nell’ultima settimana, rispetto alla precedente, 5 Regioni registrano un incremento percentuale dei contagi”, spiega Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe.

Gli aumenti riguardano Basilicata (+73,6%), Prov. Aut. Bolzano (+8,7%), Prov. Aut. Trento (+20,9%), Sardegna (+5%), Valle D’Aosta (+64,5%), ma rimangono “contenuti in termini assoluti”.

“Sul fronte ospedaliero – afferma Renata Gili, responsabile Ricerca sui Servizi Sanitari della Fondazione Gimbe – si registra un ulteriore calo dei posti letto occupati da pazienti Covid-19: rispetto alla settimana precedente scendono del 13,2% in area medica e del 5,7% in terapia intensiva”.

A livello nazionale il tasso di occupazione rimane basso (5% in area medica e 5% in area critica) e nessuna Regione supera le soglie del 15% per l’area medica e del 10% per quella critica che portano al cambio di colore.

Monitoraggio Gimbe, i dati sui vaccini

Sul fronte vaccini, il monitoraggio della Fondazione Gimbe rileva che le somministrazioni settimanali di vaccini anti Covid sono diminuite del 22% e quasi 2,6 milioni di over 50 restano ancora senza copertura.

Dall’inizio della campagna al 6 ottobre risultano consegnate 98,8 milioni di dosi. Il 76,8% della popolazione (45,4 milioni di persone) ha ricevuto almeno una dose di vaccino (+452.187 rispetto alla settimana precedente) e il 72,4% (42,9 milioni) ha completato il ciclo (+661.771).

Nei frigoriferi ci sono attualmente 13,4 milioni di dosi. Nell’ultima settimana, però, scende ancora il numero di somministrazioni: sono state 1,2 milioni, con una media di quasi 160mila al giorno.

Il numero di nuovi vaccinati, dopo la risalita a 589mila della settimana precedente, è sceso a quota 488mila nell’ultima settimana (-17,1%), “confermando per ora i modesti effetti del green pass sulla curva dei nuovi vaccinati, al netto dell’incognita relativa al numero degli esoneri”.

Le coperture vaccinali per fascia di età con almeno una dose di vaccino sono molto variabili: vanno dal 96,7% degli over 80 al 70,4% della fascia 12-19.

Nonostante la circolazione della variante Delta, l’efficacia del vaccino resta molto alta: nelle persone vaccinate con ciclo completo rispetto a quelle non vaccinate, le diagnosi di Sars-CoV-2 si riducono del 79-84%, i ricoveri ordinari, dell’88,6-95,6%, quelli in terapia intensiva del 90,7-100% e i decessi del 91,5-100%.

VirgilioNotizie | 07-10-2021 13:20

Covid, via libera del Cts alla riapertura delle discoteche: le regole Fonte foto: ANSA
Covid, via libera del Cts alla riapertura delle discoteche: le regole
,,,,,,,