,,

Coronavirus, Vissani categorico: "Tanto vale chiudere tutto"

Il popolare chef protesta contro le decisioni in materia di riapertura dei ristoranti

Un fiume in piena, come suo solito, Gianfranco Vissani. Il popolare chef si è sfogato contro le decisioni del Governo in vista della fase 2 in particolar modo in materia di riapertura di ristoranti e locali. “Per quanto mi riguarda ho consegnato le chiavi del mio locale in mano al sindaco” ha tuonato il cuoco stellato.

Vissani inquadra il problema. Come aveva sottolineato in precedenza anche un altro chef “televisivo”, Alessandro Borghese, le soluzioni allo studio per poter permettere la riapertura dei locali di ristorazione non convincono appieno. “Ma come si fa a riaprire un locale con il plexiglass tra un cliente e l’altro, con le mascherine, con i tavoli distanti due metri… – ha detto Vissani all’Adnkronos  io lo spazio ce l’ho, ma come fanno i ristoratori nei centri storici delle grandi città?”

La protestaVissani, insieme ad altri imprenditori del settore del food, anche pasticcerie e bar, ha simbolicamente riconsegnato nelle mani del sindaco di Baschi, Comune umbro, in provincia di Terni, le chiavi del suo locale. Un gesto che hanno fatto altri esercenti in tutta Italia. “Oltre alle misure di prevenzione – continua Vissani – la questione riguarda la mancanza di aiuti concreti da parte dello Stato. Abbiamo perso un sacco di lavoro e i nostri dipendenti chi li paga?”

Anche la soluzione del catering e della consegna a domicilio non convince lo chef: “Ma dove li trovo i ragazzi che vanno in giro a consegnare il cibo? A nero? Per fare cosa? Portare dei piatti di fettuccine? Questa è una stron…ta!

Vissani è pronto a chiudere: “Servono azioni concrete sul fisco, sui contributi per i dipendenti, sulla sospensione di tasse e pignoramenti; servono anche aiuti a fondo perduto altrimenti tanto vale, allora, restare chiusi!”

 

VirgilioNotizie | 30-04-2020 10:09

Coronavirus: anche Vissani consegna chiavi ristorante Fonte foto: Ansa
,,,,,,,