,,

Catturato il cannibale di Berlino: è un professore di matematica

Aveva adescato la sua vittima su un sito di incontri

I poliziotti di Berlino hanno arrestato Stefan R., 41enne, insegnante di chimica e matematica, con l’accusa di omicidio a sfondo sessuale e sospetto cannibalismo. Gli investigatori sono risaliti a lui dopo il ritrovamento di un osso in un bosco a nord di Berlino lo scorso 8 novembre. Le analisi sul reperto avevano decretato che si trattava di resti umani, e precisamente di un uomo scomparso due mesi prima, Stefan T. Ne dà notizia Repubblica.

“In base all’osso ritrovato, spolpato, e ad altri indizi, sospettiamo fortemente che Stefan T. sia rimasto vittima di un cannibale”, aveva ipotizzato la polizia tedesca.

Grazie ai cani da fiuto, gli investigatori sono risaliti al professore. Secondo le prime ricostruzioni, avrebbe adescato la sua vittima su una chat gay. L’incontro sarebbe avvenuto il 5 novembre, quando Stefan T., montatore 44enne, avrebbe raggiunto il suo carnefice nel distretto di Lichtenberg per poi essere ucciso e mangiato.

Nell’appartamento di Stefan R. sono stati trovati un enorme freezer vuoto, attrezzi sospetti come seghe e coltelli e prove, sul computer, che puntano verso la pista del cannibalismo.

“Nella mia esperienza, alcuni uomini desiderano la perdita del pene perché si vedono come donne. Altri lo considerano l’espressione di una pratica sadomaso”, scriveva su un forum, come riporta Repubblica.

Il caso ricorda quello del cannibale di Rotenburg, ora all’ergastolo, che adescava le sue vittime online, come un ingegnere 41enne che aveva espresso il desiderio macabro di essere “mutilato”. Quando il corpo venne scoperto, l’omicida sostenne che fu la vittima stessa a chiedergli di farsi tagliare il pene.

VIRGILIO NOTIZIE | 22-11-2020 08:44

polizei Fonte foto: Ansa
,,,,,,,