,,

Russia, giallo sul discorso di Putin tagliato dalla tv di stato: cosa è successo e perché

Il discorso di Vladimir Putin durante la cerimonia per l'anniversario dell'annessione della Crimea è stato interrotto sulla tv di stato russa

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Giallo” durante la diretta televisiva dell’adunata allo stadio Luzhniki di Mosca per l’ottavo anniversario dell’annessione della Crimea: il discorso del presidente russo Vladimir Putin è stato bruscamente tagliato dall’emittente di stato russa.

Discorso di Putin tagliato dalla tv di stato: cosa è successo

Il discorso di Vladimir Putin allo stadio Luzhniki di Mosca è stato interrotto bruscamente dalla tv di stato russa. Al suo posto, è andata in onda l’esibizione del cantante Oleg Gazmanov. Successivamente, è stato ritrasmesso l’intervento di Putin dall’inizio.

Perché la tv di stato ha tagliato il discorso alla nazione di Putin

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, come riporta l’agenzia ‘Lapresse’, ha affermato che l’interruzione del discorso di Vladimir Putin in tv è stata dovuta a un guasto tecnico. Lo stesso Peskov ha promesso che il discorso sarebbe stato mandato nuovamente in onda.

Il ‘Corriere della Sera’, che tra le ipotesi sul taglio al discorso di Vladimir Putin in tv cita anche un possibile attacco hacker, spiega che, nonostante le parole di Dmitry Peskov, i dubbi rimangono. Ciò detto, però, lo stesso ‘Corriere della Sera’ sottolinea che, a potenziale conferma della teoria del guasto tecnico, si è aggiunto poco dopo un altro problema nella trasmissione della manifestazione (è scomparso improvvisamente l’audio in un momento successivo della cerimonia).

Russia, giallo sul discorso di Putin tagliato dalla tv di stato: cosa è successo e perchéFonte foto: ANSA
Un momento del discorso di Putin.

Il discorso alla nazione di Vladimir Putin

Davanti a una grande folla radunata allo stadio Luzhniki di Mosca per l’anniversario dell’annessione della Crimea, il presidente russo Vladimir Putin ha tenuto il suo discorso, in cui ha fatto riferimento al “genocidio in atto” nel Donbass.

Putin ha detto: “Gli abitanti della Crimea e di Sebastopoli hanno fatto la scelta giusta: hanno superato l’ostacolo in una regione che stava precipitando nel nazismo, cioè quello che sta accadendo adesso nel Donbass”. Il presidente russo ha denunciato, nel suo discorso, i “continui bombardamenti aerei in atto nella regione” e il “genocidio in atto”.

In questo modo, Vladimir Putin ha giustificato l'”operazione speciale” della Russia. Poi ha aggiunto: “Non c’è azione più grande del donare la propria anima per i propri amici”. Putin ha promesso ai russi: “Attueremo tutti i nostri piani in Ucraina”.

 

Guerra in Ucraina, il mondo condanna la Russia: chi sono gli ultimi alleati di Mosca e Vladimir Putin Fonte foto: ANSA
Guerra in Ucraina, il mondo condanna la Russia: chi sono gli ultimi alleati di Mosca e Vladimir Putin
,,,,,,,,