,,

Meteo, Giuliacci avverte: gelate in arrivo al Nord nei prossimi giorni

Secondo il colonnello Giuliacci sull'Italia sono in arrivo delle gelate portate da un'irruzione di aria polare dai Balcani

Pubblicato il:

Le piogge che negli ultimi giorni stanno guastando il meteo in buona parte dell’Italia potrebbero fare presto spazio al freddo e alla neve. La stagione autunnale in ritardo più mai quest’anno, a causa delle condizioni di bel tempo prolungato fino alle prime settimane di novembre, potrebbe aver vita brevissima con l’inverno già pronto a prendere il suo posto con prepotenza. Secondo il meteorologo Mario Giuliacci, infatti, per la terza decade del mese sarebbero in arrivo delle gelate che abbatteranno le temperature in alcune zone del Settentrione.

Le previsioni

Sul suo portale dedicato alle previsioni meteo il colonnello Giuliacci prevede la fine della fase piovosa al Nord Italia a partire dal 22 novembre, preceduta da un’irruzione di aria polare proveniente dai Balcani già a partire da sabato 19, anche se destinata ad alcune aree.

“Dal 23 al 26 del mese prevarrà un’alta pressione, con cieli sereni e venti deboli o assenti” scrive Giuliacci, “le condizioni ideali per una gelata” che in quei tre giorni di novembre dovrebbe interessare le aree di pianura del Piemonte, il Pavese e il Milanese. “La gelata sarebbe comunque debole perché le temperature minime scenderanno al più fino a -1 °C” precisa l’esperto.

Le condizioni per le gelate

Il meteorologo spiega come “temperature sottozero nelle zone di pianura in inverno in Italia è sempre un evento fuori della norma, perché non vi è alcuna località di pianura ove la media delle minime mensili sia sottozero”.

“Per il verificarsi delle gelate occorre che sull’area in esame resista un cuscinetto di aria fredda a seguito di una precedente irruzione di aria polare o artica – spiega ancora Giuliacci – Se poi il cuscinetto di aria fredda persiste anche quando il cielo torna sereno con assenza di vento, allora il raffreddamento notturno è sufficiente a portare la temperatura minima sottozero“.

La neve

Stando alle previsioni meteorologiche elaborate dal sito, dalla giornata di martedì 22 novembre potrebbero verificarsi precipitazioni nevose anche a bassa quota. La neve dovrebbe cadere sia sulle regioni alpine come Veneto e Trentino-Alto Adige, tra gli 800 e 1.200 metri di altitudine, ma anche nell’entroterra ligure e nel cuneese a quote comprese tra 500 e 600 metri.

neve-gelate Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,