,,

Caso Pivetti, Lele Mora cita la Banda della Magliana: la replica

Duro attacco di Lele Mora a Irene Pivetti in diretta da Barbara D'Urso

Continuano le rivelazioni sul caso delle mascherine sequestrate all’azienda di Irene Pivetti. Barbara D’Urso, nel corso della trasmissione in onda su Canale 5, ha subito preso le distanze da una dichiarazione che ha creato scalpore. A parlare, durante “Live – Non è la D’Urso” è Lele Mora: “Negli uffici della Pivetti c’erano quelli della banda della Magliana”.

Lele Mora, già domenica scorsa, aveva raccontato di aver lasciato gli uffici di Irene Pivetti dopo aver visto “delle persone che non gli piacevano”. Così, è proprio in merito a queste affermazioni che il giornalista Gianluigi Nuzzi gli ha chiesto di dare ulteriori spiegazioni.

“Nell’ufficio della signora Pivetti – ha raccontato Lele Mora – circolavano persone che mi facevano paura, facevano parte di un’organizzazione criminale romana, facevano parte della Banda della Magliana“.

“Io queste persone le ho viste – ha aggiunto – e sono andato via perché sono stato minacciato da loro”.In merito alla persona che lo avrebbe minacciato, Mora ha dichiarato: “Si chiama Giuseppe e la Pivetti sa chi è”.

Irene Pivetti si è difesa così dalle accuse mosse da Lele Mora: “Sono rimasta allibita e molto male – ha dichiarato -, perché Lele l’ho sempre considerato un amico, lo dovrò querelare per diffamazione. Sono stata io a chiedergli di andare via. Le cose non sono andate come dice lui”.

Anche l’avvocato Mirko Palumbo è intervenuto in collegamento con la trasmissione per difendere la sua assistita: “Irene Pivetti ha vinto il bando della Protezione civile per le mascherine – ha dichiarato – perché ha costruito negli anni molti rapporti con la Cina”.

VirgilioNotizie | 25-05-2020 11:21

In Italia arrivano le mascherine per i bambini: come sono fatte Fonte foto: Ansa
In Italia arrivano le mascherine per i bambini: come sono fatte
,,,,,,,