,,

Fase 3: le linee guida per discoteche, spettacoli e cinema

La Conferenza delle Regioni ha aggiornato le linee guida per discoteche, cinema, spettacoli dal vivo e campi estivi per la fase 3

La Conferenza delle Regioni ha aggiornato le linee guida per favorire la riapertura in sicurezza di attività commerciali finora rimaste da parte. È il caso di alcuni esercizi del settore della ristorazione, ma anche quello dell’intrattenimento, delle cerimonie, della musica, degli spettacoli dal vivo. Ecco le nuove indicazioni riportate dall’Ansa.

Fase 3, le linee guida per la ristorazione

Per quanto riguarda trattorie, pizzerie, bar, pasticcerie, pub, gelaterie, rosticcerie e attività di catering, viene riconfermata la distanza minima di un metro tra i clienti, in alternativa alle barriere fisiche poste tra un tavolo e l’altro. Sarà ora possibile istituire i buffet, a patto che il cibo sia servito da personale incaricato e ai clienti sia impedito di toccare il cibo.

Fase 3, le linee guida per le cerimonie

Quanto alle cerimonie, è preferibile optare per delle location con ampi spazi esterni. Se si svolgono invece in spazi interni, o se non è possibile mantenere il distanziamento sociale, gli invitati dovranno indossare la mascherina quando non sono seduti al tavolo.

Fase 3, le linee guida per le aree giochi

Nuove indicazioni anche per le aree giochi per bambini, che impongono una riorganizzazione degli spazi e delle strutture per consentire il distanziamento sociale. Se richiesto, è previsto soltanto un accompagnatore per bambino. La mascherina deve essere indossata dagli adulti e dai bambini al di sopra dei 6 anni. Si consiglia l’uso di mascherine colorate o con stampe.

Fase 3, le linee guida per cinema e spettacoli dal vivo

Per quanto riguarda cinema e spettacoli dal vivo, le linee guida stabiliscono che la reception e la cassa possono essere dotate di barriere fisiche, prediligendo le modalità di pagamento elettroniche. Se sono previsti dei posti a sedere, deve esserci una distanza di almeno un metro tra una postazione e l’altra. Nel caso in cui gli spettacoli prevedano l’interazione tra artisti e pubblico, il distanziamento deve essere di almeno 2 metri. Il numero massimo di partecipanti è 200 per gli spettacoli al chiuso e 1000 per quelli all’aperto.

Fase 3, le linee guida per le discoteche

Simili indicazioni valgono anche per le discoteche, dove il distanziamento sociale è di 1 metro ma sale a 2 metri sulla pista da ballo. I responsabili dei locali dovranno limitare gli accessi ricorrendo anche a dei contapersone. Si precisa che sarà possibile ballare solo negli spazi esterni, come cortili, giardini e terrazze, e sarà vietata la consumazione al banco.

Fase 3, le linee guida per i campi estivi

Quanto ai campi estivi, si consiglia di creare gruppi cambiando il meno possibile i membri, garantendo una continuità anche per quanto riguarda il personale. I letti nei dormitori devono essere distanziati almeno di 1,5 metri e la biancheria deve essere ad uso singolo.

Fase 3, le linee guida per gli spettacoli musicali

Durante gli spettacoli musicali, i professori d’orchestra dovranno mantenere la distanza di almeno 1 metro gli uni dagli altri. Per i musicisti che suonano strumenti a fiati, la distanza sale a 1,5 metri; per quanto riguarda invece il direttore d’orchestra, la distanza minima dalla prima fila deve essere di 2 metri. Le postazioni degli ottoni devono essere provviste di vaschette per la raccolta di condensa, con del liquido disinfettante. I coristi dovranno essere distanziati lateralmente di almeno 1 metro, e di 2 metri rispetto alle file anteriori e posteriori.

Intanto, i sindaci delle città metropolitane hanno avanzato una richiesta alla ministra dell’Interno Luciana Lamorgese per arginare i rischi scaturiti dalla movida.

VIRGILIO NOTIZIE | 09-06-2020 21:19

Fase 3, primo weekend al mare dopo la riapertura: le immagini Fonte foto: ANSA
Fase 3, primo weekend al mare dopo la riapertura: le immagini
,,,,,,,