,,

Cuccarini addio al veleno: "ego sfrenato, maschilista". È Matano?

Lo sfogo della conduttrice showgirl nel salutare il programma La Vita in Diretta. Nel mirino il suo co-conduttore?

Si è tolta qualche sassolino dalla scarpa scagliando un macigno contro un collega. Lorella Cuccarini lascia la conduzione de La Vita in Diretta dopo tante polemiche in queste settimane circa la sua riconferma, negata secondo rumors, da motivi politici. La più amata dagli italiani però ha voluto lasciare a modo suo, con una lettera ai suoi collaboratori alla vigilia dell’ultima puntata in cui punta il dita verso qualcuno con parole pesanti. Non lo nomina ma i sospetti sono che quel qualcuno sia Alberto Matano.

La frecciata è per Matano? Una lunga lettera di ringraziamenti allo staff tecnico e redazionale della trasmissione. Poi nella seconda parte Lorella Cuccarini veste i panni della tigre e attacco senza nominare il destinatario dei suoi strali. “C’è una ‘prima volta’ alla quale non ero preparata – scrive la Cuccarini – il confronto con l’ego sfrenato e – sì, diciamolo pure – con l’insospettabile maschilismo di un collega di lavoro. Esercitato più o meno sottilmente, ma con determinazione. Costantemente. Talvolta alternato ad incredibili (e mai credute) dichiarazioni pubbliche di stima nei miei riguardi. So che tutto questo non devo certo ricordarlo a voi che eravate qui. E se si volesse cercare il perché di tutto questo, non sarebbe certo necessario rivolgersi alla Bruzzone”.

Difficile trarre conclusioni ma tra le ipotesi prese in considerazione anche dai siti specializzati c’è quella del riferimento ad Alberto Matano che è stato proprio compagno di viaggio ravvicinato di Lorella Cuccarini in quest’anno alla guida di La Vita in Diretta. I due recentemente avevano smentito dissapori nei rapporti di lavoro e interpersonali.

Nel resto della sua lettera la Cuccarini spiega come sia stato difficile condurre il programma nel periodo del lockdown raccontando le storie del coronavirus e poi torna sull’argomento di cui sopra: ”Malgrado tutto, mi ritengo fortunata perché, in tutta la mia vita, ho conosciuto prevaricazioni di questo tipo solo ora, a 55 anni. Niente al confronto di molte donne che hanno sperimentato questa realtà fin da subito senza avere neppure la forza di opporsi o di parlarne. Malgrado tutto però è stato bello condividere questi mesi con voi -conclude- Non so dove, non so quando, magari ci ritroveremo… Grazie di cuore a tutte le anime belle che ho incontrato. Vi abbraccio, Lorella Cuccarini”.

VirgilioNotizie | 26-06-2020 16:50

,,,,,,,