,,

Covid, vaccino efficace anche contro l'infezione: lo studio

Una ricerca italiana rivela come le persone vaccinate con Pfizer siano protette non solo dalla malattia ma anche dalla trasmissione del coronavirus

Il vaccino di Pfizer-BionTech contro il Covid-19 non difende soltanto dalla malattia ma offre protezione anche dal contagio del virus. Lo rivela uno studio italiano effettuato dal policlinico di Bari, riportato da Tgcom24. Secondo la ricerca il vaccino eviterebbe l’infezione in circa il 62% dei casi nel periodo compreso tra 14esimo e il 20esimo giorno dopo aver ricevuto la prima dose, crescendo all’87,9% tra il 21esimo e il 27esimo giorno, per arrivare infine al 96% di efficacia una settimana dopo la somministrazione del richiamo.

“Le evidenze disponibili consentono di sottolineare l’assoluta efficacia e sicurezza del vaccino Covid e il ruolo della vaccinazione nella prevenzione della circolazione del virus in un setting ospedaliero”, scrive Silvio Tafuri, docente di Igiene dell’Università degli Studi di Bari e responsabile della control room Covid del Policlinico di Bari.

Durante la sperimentazione sono stati presi in esame non soltanto coloro che hanno manifestato la malattia, ma anche i casi asintomatici. In particolare sono stati testati due gruppi composti uno da 1.607 operatori sanitari vaccinati entro il 31 gennaio 2021, l’altro da 427 non vaccinati.

I risultati della ricerca hanno evidenziato come il tasso di incidenza dell’infezione sia molto più alto nei soggetti non vaccinati, con 2,45 casi di contagio su mille persone tra i non vaccinati, mentre solo 0,54 su mille di coloro che hanno ricevuto il vaccino hanno contratto il coronavirus.

L’importanza della vaccinazione all’interno di un ospedale è duplice perché, vaccinandosi, un operatore sanitario non protegge solo se stesso, ma anche i pazienti – ha sottolienato il professor Tafuri – e i dati emersi attraverso lo studio dimostrano, infatti, come il vaccino serva a prevenire anche l’infezione da Sars-Cov-2 e dunque nel caso del Policlinico a proteggere da un eventuale contagio tutto l’ospedale, a partire dai più deboli, cioè i malati ricoverati nei reparti”.

VirgilioNotizie | 22-03-2021 21:18

Covid, vaccino AstraZeneca, trombosi, pillola: cosa sapere Fonte foto: ANSA
Covid, vaccino AstraZeneca, trombosi, pillola: cosa sapere
,,,,,,,