,,

Coronavirus, bollettino 23 gennaio: morti e nuovi contagi, i dati

I morti per Covid in Italia superano la drammatica soglia delle 85mila vittime: il bollettino del 23 gennaio 2021

Il bollettino del ministero della Salute del 23 gennaio 2021 sull’emergenza coronavirus in Italia indica che nelle ultime 24 ore ci sono stati 13.331 nuovi contagi (ieri 13.633), che portano il totale dall’inizio della pandemia a 2.455.185. I decessi, invece, sono 488 (ieri 472), per un totale di 85.162. Come è evidente oggi si è superata la tragica soglia degli 85mila morti.

Coronavirus, il tasso di positività cala

I tamponi effettuati nelle ultime 24 ore – molecolari e antigenici – sono stati 286.331, cioè 21.603 in più rispetto a ieri. Il tasso di positività è quindi del 4,6%, in calo rispetto a ieri che era al 5,1% circa.

Le persone attualmente positive in Italia sono 498.834, 3.219 in meno rispetto al giorno precedente. Di queste, 2.386 sono ricoverate in terapia intensiva (-4 rispetto a ieri), mentre 21.403 sono ricoverate con sintomi (- 288 rispetto a ieri).

I guariti e dimessi nelle ultime 24 ore sono 16.062, per un totale di 1.871.189.

I dati sui vaccinati

I vaccinati attuali in Italia sono 1.312.275. Di questi, 40.293 hanno ricevuto la seconda dose, secondo i dati del 22 gennaio forniti alle ore 20.03, come indica il ‘Report vaccini anti Covid-19’.

Coronavirus, i dati regione per regione

Ecco la situazione dei nuovi contagi delle ultime 24 ore nelle singole regioni:

  • Lombardia: 1.535
  • Veneto: 1.030
  • Piemonte: 931
  • Campania: 1.150
  • Emilia-Romagna: 1.310
  • Lazio: 1.297
  • Toscana: 520
  • Sicilia: 1.158
  • Puglia: 1.023
  • Liguria: 298
  • Friuli Venezia Giulia: 679
  • Marche: 397
  • Abruzzo: 221
  • Sardegna: 191
  • P.A. Bolzano: 552
  • Umbria: 332
  • Calabria: 402
  • P.A. Trento: 193
  • Basilicata: 59
  • Molise: 48
  • Valle d’Aosta: 5

VirgilioNotizie | 23-01-2021 17:39

Covid, Rezza: "Epidemia ancora fuori controllo". Regioni e rischi Fonte foto: ANSA
Covid, Rezza: "Epidemia ancora fuori controllo". Regioni e rischi
,,,,,,,