,,

Coronavirus, l'allarme dell'Oms. Prima vittima a Pechino

Spuntano nuovi casi sospetti del virus in Austria e Romania. Mascherine protettive esaurite in diverse farmacie di Roma

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato che il rischio globale derivante dal coronavirus cinese è “elevato”, ammettendo un errore nei suoi precedenti rapporti in cui riferiva che il rischio fosse “moderato”. Lo ha spiegato in una nota la portavoce Fadela Chaib.

L’ultimo rapporto dell’organismo Onu, diffuso domenica sera, ha rilevato un rischio “molto alto in Cina, alto a livello regionale e alto a livello globale”.

Coronavirus, prima vittima a Pechino

Intanto, riporta Ansa, la città di Pechino registra il suo primo morto per il misterioso virus di Wuhan. Nella capitale sono stati segnalati otto nuovi casi di contagio. portando il totale a quota 80.

La Commissione sanitaria municipale in una nota ha spiegato che la vittima, di 50 anni, si era recata a Wuhan l’8 gennaio. Dopo il rientro a Pechino il 15 gennaio, gli era stata diagnosticata la polmonite atipica il 22 gennaio.

Coronavirus, nuovi casi sospetti in Europa

In Austria, riferisce Ansa, si registrano tre nuovi casi sospetti di coronavirus. Si tratta di un uomo e di una donna che sono appena rientrati da viaggi in Cina.

Entrambi si sono presentati spontaneamente in due diversi ospedali di Vienna non appena hanno avvertito sintomi influenzali e sono ora ricoverati in isolamento nel Kaiser Franz Josef Spital, specializzato in malattie infettive.

Un altro caso sospetto viene segnalato a Klagenfurt, in Carinzia. Nel frattempo sono risultati negativi i primi due casi sospetti a Vienna che riguardavano un’assistente di volo e una cittadina cinese che vive in Austria.

Altro caso sospetto in Romania: uno studente di 24 anni, rientrato dalla Cina qualche giorno fa, è stato ricoverato presso l’ospedale di Bacau, città a nord di Bucarest, con sospetta infezione da coronavirus.

Nei giorni precedenti era scattato l’allarme per presunti casi da coronavirus in altre quattro città: Cluj, Timosara, Costanza e Bucarest. Gli allarmi sono però prontamente rientrati.

Inoltre due studenti romeni di origine cinese si sono presentati stamane all’ospedale Victor Babes di Bucarest, dopo che era stato loro rifiutato l’ingresso a scuola nonostante non avessero alcun sintomo influenzale.

I responsabili della scuola avevano impedito loro di entrare fino a quando i due non avessero dimostrato di non aver contratto il coronavirus. I test eseguiti all’ospedale hanno dato esito negativo e i due studenti sono stati quindi ammessi a scuola.

Coronavirus, mascherine sold-out a Roma

Scatta la psicosi per il coronavirus tra molto turisti e viaggiatori in partenza con voli aerei da Roma: secondo quanto riferisce Ansa le mascherine protettive, da questa mattina, risultano sold out in varie farmacie della capitale.

Vari esercizi hanno esposto cartelli con la scritta ‘mascherine esaurite’, a seguito della forte richiesta delle ultime ore. Ma da Federfarma rassicurano: saranno presto di nuovo disponibili e non si registra una carenza di scorte nei magazzini dei rifornitori.

VIRGILIO NOTIZIE | 27-01-2020 17:12

Coronavirus: i consigli ai viaggiatori diretti in Cina e Oriente Fonte foto: Ansa
Coronavirus: i consigli ai viaggiatori diretti in Cina e Oriente
,,,,,,,