,,

Corpo di una 17enne in un burrone: il fidanzato non ha confessato

Un 19enne nel Palermitano ha fatto ritrovare il corpo della fidanzata 17enne in un burrone: trattenuto in caserma, non ha confessato

Il corpo carbonizzato di una ragazza di 17 anni è stato recuperato all’interno di un burrone nella zona di Monte San Calogero a Caccamo, in provincia di PalermoCome riporta Tgcom24, un 19enne si è presentato nella mattinata alla caserma dei carabinieri, accompagnato dai genitori e dal legale difensore. In un primo momento si pensava che avesse confessato l’omicidio, ma il suo avvocato ha smentito la notizia all’Ansa.

Corpo di una 17enne in un burrone: il fidanzato non ha confessato

“Il mio assistito non ha confessato, né ai carabinieri né al pm”, ha spiegato Angela Maria Barillaro, l’avvocato del 19enne che ha consentito questa mattina il ritrovamento della fidanzata 17enne.

“Non c’e’ al momento alcun provvedimento nei suoi confronti, perché io avrei dovuto saperlo”, ha sottolineato il legale.

Al momento il suo assistito è ancora nella caserma dei carabinieri di Termini Imerese dove si stanno svolgendo gli interrogatori da parte del pm, Giacomo Barbara.

Corpo di una 17enne in un burrone: cosa sappiamo

“L’unica cosa certa – ha aggiunto l’avvocato Angela Maria Barillaro – è che il mio assistito questa mattina si è presentato insieme al padre dai carabinieri e che ha consentito di far ritrovare il cadavere della fidanzata”.

Al momento sarebbero in corso gli interrogatori degli amici della coppia, che avrebbero partecipato a una festa svoltasi ieri in una villetta nelle campagne di Caccamo, non lontano dal luogo dove è stato poi ritrovato il cadavere della ragazza.

Grazie all’intervento dei vigili del fuoco, i militari sono riusciti a recuperare il corpo che dalle prime informazioni sarebbe per metà carbonizzato.

Sul luogo sono intervenuti anche gli uomini della scientifica per eseguire i rilievi sul cadavere, il medico legale e il magistrato di turno della procura di Termini Imerese.

Corpo di una 17enne in un burrone: la confessione smentita

Inizialmente era circolata la notizia di una confessione dell’omicidio da parte del fidanzato, smentita dal suo avvocato.

“Sono stato a casa della ragazza trovata nel burrone, ho incontrato i genitori. Per la nostra comunità è un giorno tristissimo. Questa notizia ha sconvolto tutti. Conosco entrambe le famiglie. Sono tutte e due dedite al lavoro e i genitori hanno sacrificato tutta la loro vita per far crescere in modo onesto e leale i loro figli” ha detto il sindaco di Caccamo, Nicasio Di Cola, come riporta Repubblica, in rappresentanza del Paese, nel quale la coppia era molto conosciuta.

La vittima sarebbe scomparsa ieri sera e del caso si stava già occupando la procura dei minori dopo la denuncia di sparizione presentata dai genitori.

VirgilioNotizie | 24-01-2021 19:30

carabinieri Fonte foto: ANSA
,,,,,,,