,,

Atterraggio d'emergenza per il fumo sul volo Roma-Boston: la mossa del pilota, a bordo quasi 300 passeggeri

Un volo Delta Airlines è stato costretto all'atterraggio di emergenza in Irlanda per dl fumo a bordo: aereo atterrato in sicurezza a Shannon

Pubblicato il:

Attimi di paura sul volo Delta Airlines Roma-Boston che l’1 gennaio è stato obbligato all’atterraggio emergenza dopo la fuoriuscita di fumo a bordo. Sul velivolo, atterrato in sicurezza all’aeroporto di Shannon in Irlanda, viaggiavano quasi 300 passeggeri e uno di loro, secondo quanto emerso, si è sentito male.

Fumo a bordo dell’aereo Roma-Boston

Il volo della Delta Airlines, decollato dall’aeroporto di Roma Fiumicino e diretto Boston con 294 passeggeri, è stato costretto a effettuare un atterraggio di emergenza all’aeroporto di Shannon, in Irlanda, a causa di un’emergenza tecnica. Il mezzo era partito dalla Capitale alle 9.23, ma alle 11.49 ha effettuato l’atterraggio di emergenza in Irlanda.

Secondo quanto riferito da sito specializzato Aeroinside.com, all’interno dell’aereo è stato avvertito un odore acre, con il pilota informato da steward e hostess di quanto stava accadendo a bordo. A quel punto, dopo quasi un’ora dalla segnalazione, l’Airbus A330-900 ha effettuato l’atterraggio di emergenza.

Una persona si è sentita male

L’atterraggio, come detto, è avvenuto alle 11.49 locali presso l’aeroporto di Shannon, in Irlanda. L’aereo ha toccato il suolo in sicurezza e, dopo aver rullato fino a una piazzola di sosta remota, tutti i passeggeri sono stati evacuati.

294, in totale, i passeggeri a bordo, con uno di loro che ha accusato un malore. I paramedici, giunti sul posto, hanno prestato i primi soccorsi. Il resto del volo, per ovvie ragioni, è stato cancellato.

La testimonianza di un passeggero

A raccontare cos’è successo a bordo del Delta Airlines Airbus A330-900 è stato Jon Negri, illustratore del Massachussets, intervistato da La Repubblica.

“A bordo si è iniziato a sentire un odore acre, come di cavi elettrici bruciati e l’equipaggio ha cominciato a preoccuparsi” le parole del passeggero, che ha raccontato di aver visto steward e hostess “non a loro agio”.

Nel racconto dell’illustratore anche alcuni dettagli: “Considerata la situazione, mi è sembrato più qualcosa legato a cattiva manutenzione. Eravamo tutti molto preoccupati. Stava ovviamente succedendo qualcosa e non c’è stato nessun avviso a bordo all’inizio”.

Lo scalo inaspettato a Shannon

Ora i passeggeri si trovano al sicuro in Irlanda, ma abbandonati al loro destino. Negri, infatti, sottolinea: “Alla fine Delta ha gestito bene la situazione a bordo, ma a terra siamo stati lasciati a noi stessi. A occuparsi delle ansie dei passeggeri è stato il personale dell’aeroporto”.

“Per la maggior parte degli americani a bordo deve essere stata una sorpresa ritrovarsi qui” ha raccontato il passeggero, che ha sottolineato di non aver ricevuto tanti aiuti: “Purtroppo abbiamo potuto prendere soltanto il nostro bagaglio a mano, quindi non avevamo tutto il necessario per cambiarci”.

,,,,,,,,