,,

Nuove linee guida OMS: tante attività e niente tv sotto i 5 anni

L'Organizzazione Mondiale della Sanità vieta gli schermi sotto i 5 anni, e incoraggia l'attività fisica per migliorare la salute dei bambini

I bambini sotto i 5 anni di età dovrebbero passare meno tempo seduti a guardare gli schermi, riposare meglio e avere più tempo a disposizione per l’attività fisica. Lo dice l’Organizzazione Mondiale della Sanità nelle nuove linee guida.

Il direttore generale dell’OMS, il Dott. Tedros Adhanom Ghebreyesus ha dichiarato, in una nota sul sito ufficiale:

“È necessario raggiungere un buono stato di salute con ogni mezzo già dai primi anni di vita. L’infanzia è un periodo di rapido sviluppo e un momento in cui lo stile di vita delle famiglie può adattarsi al miglioramento delle condizioni di salute”.

Le linee guida per i bambini

Le nuove linee guida sull’attività fisica, i comportamenti sedentari e la qualità del sonno per i bambini sotto i 5 anni sono state sviluppate da un gruppo di esperti dell’OMS. Che hanno provato gli effetti del poco riposo e del tempo impiegato a guardare degli schermi in età prescolare.

Nella nota si leggono anche le dichiarazioni della dottoressa Fiona Bull, che dirige il programma di sorveglianza e prevenzione basata sulla popolazione di malattie non trasmissibili dell’OMS:

“Migliorare l’attività fisica, ridurre l’attività sedentaria e assicurare la qualità del sonno nei bambini piccoli, ne migliora la salute fisica e mentale, e il benessere generale. E aiuta a prevenire l’obesità infantile e le malattie che ne possono scaturire nell’arco della vita”.

Secondo gli studi dell’OMS, più di 5 milioni di morti all’anno sono dovute a stili di vita che non comprendono il minimo di attività fisica raccomandato. Oltre il 23% degli adulti e l’80% degli adolescenti del mondo non sarebbero abbastanza fisicamente attivi. Per questo l’Organizzazione consiglia di insegnare le buone abitudini per il benessere già nei primi anni di vita.

Le nuove linee guide dell’OMS prevedono uno schema di attività ripartite nell’arco di 24 ore. Si inizia rimpiazzando i lunghi periodi davanti allo schermo con giochi dinamici, assicurandosi che il bambino dorma abbastanza e meglio. L’interazione con genitori ed educatori, attraverso letture e ascolti, musica e rompicapi è molto importante per lo sviluppo del bambino.

Neonati (fino a un anno di età)

  • Attività fisica più volte al giorno, con giochi interattivi sul pavimento, per più tempo possibile. Per i neonati che ancora non gattonano, almeno 30 minuti in posizione prona durante tutta la giornata. Non dovrebbero essere trattenuti per più di un’ora da carrozzine, passeggini o seggioloni.
  • Non è consigliato fargli passare del tempo davanti alla tv o al computer. Quando sono seduti, sono consigliate attività di lettura e racconto.
  • Fino ai 3 mesi, dovrebbero dormire dalle 14 alle 17 ore al giorno, dai 4 agli 11 mesi, dalle 12 alle 16 ore, inclusi i pisolini.

Bambini fino ai 2 anni

  • Almeno 180 minuti di attività fisica durante il giorno. Non dovrebbero essere trattenuti per più di un’ora, né rimanere seduti per lunghi periodi. Quando sono seduti, sono consigliate attività di lettura e racconto.
  • Niente schermi fino a un anno di età, dopo sarebbe consigliabile al massimo un’ora di tv o computer.
  • Dovrebbero dormire dalle 11 alle 14 ore al giorno, inclusi i pisolini, con un ciclo regolare di sonno/veglia.

Bambini fino ai 5 anni

  • Almeno 180 minuti di attività fisica durante il giorno, di cui almeno 60 di attività intensiva. Non dovrebbero essere trattenuti per più di un’ora, né rimanere seduti per lunghi periodi.  Quando sono seduti, sono consigliate attività di lettura e racconto.
  • Al massimo un’ora di tv o computer al giorno.
  • Dovrebbero dormire tra le 10 e le 13 ore al giorno, inclusi i pisolini, con un ciclo regolare di sonno/veglia.

VirgilioNotizie | 25-04-2019 16:56

oms-bambini-tv-schermi-attivita-fisica Fonte foto: 123rf
,,,,,,,