,,

Svizzera congela asset russi per quasi 6 miliardi di euro: dalla neutralità alla guerra finanziaria spietata

Con la guerra in Ucraina è venuta meno la storica neutralità della Svizzera, che ha deciso di congelare una quota molto importante di patrimoni russi

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

La Svizzera ha congelato gli asset dei russi colpiti dalle sanzioni per una cifra esorbitante. Lo ha affermato Erwin Bollinger, funzionario del Segretariato di Stato per gli Affari economici, il Seco, che si occupa di supervisionare le sanzioni, rendendo note le cifre della misura.

A quanto ammontano gli asset congelati dalla Svizzera

“Oggi per la prima volta posso darvi un’indicazione dell’ammontare dei fondi congelati. A oggi, il Seco ha ricevuto notifiche di fondi e asset per un totale intorno ai 5,75 miliardi di franchi svizzeri”, ha dichiarato. Circa 5,63 miliardi di euro.

La cifra di oltre 5 miliardi e mezzo è però un dato che potrebbe cambiare molto velocemente, considerando che l’Unione Europea ha stabilito di emanare nuove sanzioni contro la Russia. Dunque il valore degli asset congelati in Svizzera potrebbe aumentare nel prossimo periodo.

Perché la Svizzera applica le sanzioni dell’Unione Europea

La Svizzera, pur non essendo un Paese membro e non rinunciando alla sua storica neutralità, garanzia di affidabilità per posizionare i proprio uffici e vendere i servizi bancari e finanziari in tutto il mondo, collabora da tempo a stretto contatto con l’Ue.

Con l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, Berna ha deciso di adottare le sanzioni contro la Russia che ha emanato l’Unione Europea, e che colpiscono gli oligarchi al fianco di Vladimir Putin e lo stesso presidente del Cremlino.

Una posizione molto forte che ha sorpreso l’opinione pubblica, considerando la proverbiale posizione super partes della Svizzera. In realtà il Paese ha siglato da tempo il Partenariato per la Pace insieme alla Nato e agli altri Paesi neutrali.

Significa che in caso di emergenza o minaccia per la pace, pur non avendo obblighi e pur non entrando in gioco automatismi, il Paese può optare per misure che ostacolino la guerra, come le sanzioni contro la Russia appunto.

Cosa sono gli asset russi e cosa significa dire che sono congelati

I patrimoni dei russi, che comprendono conti bancari, denaro contante ma anche beni preziosi come opere d’arte e gioielli, e immobili nelle località di vacanza elvetiche, sono congelati, dunque bloccati, ma non confiscati.

Significa che rimangono di proprietà degli aventi diritto, anche perché mancherebbe una base legale per prendere ulteriori provvedimenti, come ha spiegato Erwin Bollinger.

Svizzera congela asset russi per quasi 6 miliardi di euro: dalla neutralità alla guerra finanziaria spietata
Manifestazione pro Ucraina a Ginevra, in Svizzera.

Asset congelati, chi rischia in Svizzera e le prospettive future

Il funzionario ha sottolineato che i beni di proprietà dei cittadini russi che si trovano in Svizzera non sono automaticamente oggetto di sanzioni.

Si è inoltre detto fiducioso del fatto che gli istituti bancari elvetici dichiareranno quali sono i beni da loro depositati che potrebbero fare capo alle entità sanzionate.

 

Resta aggiornato sulle ultime news dall’Italia e dal mondo: segui Virgilio Notizie su Twitter.

Guerra in Ucraina, il mondo condanna la Russia: chi sono gli ultimi alleati di Mosca e Vladimir Putin Fonte foto: ANSA
Guerra in Ucraina, il mondo condanna la Russia: chi sono gli ultimi alleati di Mosca e Vladimir Putin
,,,,,,,,