,,

Seconda ondata, cosa fare per evitarla: parla Ilaria Capua

Ilaria Capua ha parlato della potenziale seconda ondata di Covid-19 e di cosa possiamo fare per evitarla

Ci sarà una seconda ondata di Covid-19 in Italia? Secondo molti esperti è probabile, secondo altri no, l’emergenza sarebbe finita. Per Ilaria Capua un ritorno prepotente del virus è possibile, ma può anche essere evitato. Perché, ha affermato in un editoriale sul Corriere della Sera, molto dipende dai comportamenti di tutti noi.

In Italia e negli altri Paesi duramente colpiti dall’epidemia a primavera il coronavirus, spiega la virologa, continua a circolare: “In molti casi gira travestito da nulla, esattamente come ha fatto per tutto il mese di dicembre, gennaio e buona parte di febbraio”. E si manifesta ogni tanto, quando incontra “qualche gruppetto di persone che sono potenziali vittime”.

Una seconda ondata è dunque possibile, ma possiamo evitarla. “Quando si parla di seconda ondata – spiega Capua – ci riferiamo a un aumento rapido, esponenziale e continuo del numero di pazienti che farebbero ricorso alle terapie intensive, tanto da determinarne il sovraccarico e quindi il crollo”.

“Adesso – continua – sappiamo che ci sono tre cose facili facili da fare” per evitare che accada: “tenersi il più lontano possibile dagli altri, tenersi le mani pulite e utilizzare delle barriere per separare il più possibile il proprio muso dall’esterno”.

Perché, spiega, “il nostro muso è una componente centrale del contagio”, un vero e proprio “nebulizzatore naturale. È per questo che in qualsiasi ambiente a rischio avere una barriera fisica sul muso è sempre meglio di avere nulla”. “Si accettano anche mascherine di buonsenso“, ha aggiunto riferendosi ai tanti che non la portano, compresi volti noti ed esponenti politici.

“Lo scopo di tutte queste scocciature tanto logiche quanto necessarie è quello di rendere sempre più difficile il contagio, perché tanto maggiore sarà il contagio e tanto maggiore sarà il rischio che un numero elevato di persone finiscano in ospedale”, ha detto la virologa.

Perché, ha aggiunto Capua, nonostante quanto dicano i negazionisti, il Covid-19 “si è portato via migliaia di italiani e molto di più”, tra cui i costi che la sanità italiana ha dovuto sostenere per far fronte all’epidemia.

Oltre alle complicazioni da Covid-19, strascichi che si potranno vedere solo nel tempo, e alle altre attività di sanità pubbliche che sono state rallentate o sospese per l’emergenza, a partire dalle vaccinazioni e dagli screening per i tumori.

VIRGILIO NOTIZIE | 03-08-2020 08:48

Coronavirus: dall'età al peso e al fumo: chi rischia di più Fonte foto: Ansa
Coronavirus: dall'età al peso e al fumo: chi rischia di più
,,,,,,,