,,

Salvini a Palermo, la risposta del leader della Lega al sindaco

Il primo cittadino palermitano, Leoluca Orlando, punta il dito contro la visita in terra siciliana del leader della Lega

Il leader della Lega Matteo Salvini sbarca a Palermo dove, nelle prossime ore, incontrerà il presidente della Regione Nello Musumeci per poi tenere una convention con dirigenti e militanti del Carroccio nel capoluogo siciliano. L’arrivo dell’ex ministro, che nel tardo pomeriggio sarebbe stato atteso per una passeggiata nel mercato storico di Ballarò, ha acceso le polemiche del primo cittadino palermitano Leoluca Orlando.

Salvini infatti ha fatto sapere che la visita nel mercato di Ballarò a Palermo, dove lo attendeva una folla di contestatori, è saltata: “Se qualcuno vive le sue giornate cercando sul giornale dove va Salvini per rompermi le scatole vive male. Adoro chi non la pensa come me, basta che non disturbi il prossimo. A Ballarò andrò quando potrò portare qualche proposta concreto, se mi chiedono di passare da un commissariato di polizia do la precedenza con tutto il rispetto”.

Il sindaco, attraverso una nota, in mattinata aveva provocato il leader leghista: “Apprendo che il senatore Salvini sarà oggi pomeriggio nel quartiere di Ballarò. Non mi sorprende che abbia deciso di andare in un orario in cui i negozi del mercato storico saranno per lo più chiusi. Se fosse andato in altro momento avrebbe dovuto spiegare ai negozianti perché il suo partito in Consiglio comunale ha votato contro i provvedimenti proposti dalla Giunta per la copertura del mercato storico e per la realizzazione di alloggi popolari”.

“Se fosse andato in altro momento, avrebbe dovuto spiegare ai commercianti e ai residenti perché i rappresentanti della Lega a Palermo hanno definito Ballarò come un ‘quartiere laboratorio per l’integrazione della criminalità’” ha proseguito il primo cittadino.

Per Orlando “la sua passeggiata in solitaria o accompagnato dalla solita claque, appare quindi per quella che è: una mera provocazione“.

Stando a quanto riferito dal sindaco l’esperienza a Palermo sarà comunque utile a Salvini perché “gli permetterà di toccare con mano una realtà che sta costruendo il proprio futuro, nonostante i voti contrari della Lega, partendo dalle proprie tradizioni e dalla propria cultura, dal rifiuto di ogni illegalità e dal rispetto di tutti i diritti, dall’incontro e dall’accoglienza, dalla partecipazione diretta dei cittadini, di tutti i cittadini del quartiere e della città”.

Salvini replica ad Orlando

Rispondendo alle domande dei cronisti Salvini ha replicato al primo cittadino palermitano: “Un sindaco che dice non mi piace se arriva tizio è una visione un pochino arrogante e squadrista della democrazia. Dire non è il benvenuto a Palermo mi sembra meschino anche nei confronti dei palermitani”.

“Io da ministro sono sempre andato ovunque senza guardare i colori dei sindaci, sarebbe carino che un sindaco accogliesse nelle sua città tutti a prescindere dai colori perché rappresenta tutti i palermitani anche quelli che votano Lega” ha concluso.

VirgilioNotizie | 03-02-2020 18:10

salvini-orlando Fonte foto: Ansa
,,,,,,,