,,

Russiagate, il Copasir potrebbe riaprire il dossier sul governo Conte II: gli episodi sotto inchiesta

Quanto è costata all'Italia la "missione umanitaria" della Russia durante la pandemia e dove e quando si è tenuta la "cena segreta" di Roma

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Due episodi riaccendono lo scontro tra Italia Viva e Movimento Cinque Stelle, quindi tra i rispettivi leader, Matteo Renzi e Giuseppe Conte. Entrambi gli episodi riguardano il rapporto degli ex governi dell’Italia con la Russia. Ecco cos’è successo e perché il Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica (Copasir) ha riaperto l’inchiesta sul governo Conte II.

A seguito di alcune ricostruzioni stampa, si è tornato ad accendere un riflettore sulla missione dei russi durante i primi mesi della pandemia. Inoltre è finito al centro dell’attenzione dei media e delle autorità la “cena segreta” tra Gennaro Vecchione e Bill Barr. Il primo era il capo dei servizi italiani, il secondo il segretario americano alla Giustizia. Luogo e data: Roma, agosto 2019.

Cosa sappiamo sulla “cena segreta” tra Vecchione e Barr: dove si è tenuta, quando

Della missione ne ha parlato La Repubblica: lo scopo era comprendere se lo scandalo delle presunte interferenze della Russia nelle elezioni per la scelta del presidente degli Stati Uniti, nel 2016, non fosse stato messo a punto proprio in Italia, mentre il presidente del Consiglio era Matteo Renzi.

Servizi segreti italiani e alcuni agenti ostili dell’Fbi, questa la teoria, avrebbero potuto lavorare insieme contro Donald Trump e a favore di Hillary Clinton. L’incontro tra il segretario americano alla Giustizia e il capo dei servizi segreti italiani sarebbe iniziato al Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (Dis) e continuato appunto nel corso della cena segreta, in un ristorante di Roma.

Perché Renzi e Conte litigano sull’incontro tra il capo dei servizi segreti italiani e l’allora segretario Usa

Giuseppe Conte, che in ottobre sarebbe stato ascoltato sul punto dal Copasir, non avrebbe menzionato il faccia a faccia. Conte non ha negato la cena, tuttavia ha detto di non esserne stato a conoscenza: “Immagino sia stata motivata da cortesia istituzionale”, ha sottolineato riferendosi al fatto che si sia tenuta in un noto ristorante romano.

All’epoca era in corso la crisi del governo gialloverde e si potrebbe intravedere un collegamento tra il presunto meeting e l’endorsement di Trump a Giuseppe Conte (il celebre tweet con il refuso, quello che alludeva a “Giuseppi Conte”).

Per Renzi c’è comunque abbastanza per lanciare un affondo, quindi per chiedere che Conte e Vecchione siano ascoltati dal Copasir. I Cinque Stelle del Comitato però vogliono ascoltare il leader di Italia Viva, che non sarebbe estraneo alla vicenda.

Il leader di Italia Viva Matteo Renzi.Fonte foto: ANSA
Il leader di Italia Viva Matteo Renzi.

Le mail sulla “missione umanitaria” della Russia durante la pandemia: quando è costata all’Italia

Il secondo episodio tornato all’attenzione di media, cittadini e autorità risale ai primi mesi della pandemia, quando il governo era il Conte II. Alcune mail dell’ambasciata russa, inviate all’Italia e pubblicate dal Corriere della Sera, alludevano a “mezzi speciali per la disinfestazione di strutture e centri abitati nelle località infette”, quindi alla bonifica delle strutture pubbliche.

Inoltre la “missione umanitaria” sarebbe stata pagata da Roma: carburante, aerei, vitto e alloggio. La spesa finale sarebbe stata di 3 milioni di euro.

conte M5s Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,