,,

Il generale Roberto Vannacci e la candidatura politica alle elezioni Europee: come potrebbe finanziarla

Il generale Roberto Vannacci ha parlato di una sua possibile candidatura politica alle elezioni Europee, rivelando come potrebbe finanziarla

Pubblicato il:

I rumors su un possibile esordio in politica del generale Roberto Vannacci e, nello specifico, su una sua possibile candidatura alle elezioni Europee si rincorrono da giorni. Lo stesso Vannacci ne ha parlato nel corso di una recente intervista, rivelando alcuni dettagli sull’eventuale campagna elettorale (e non solo).

Cosa ha detto Vannacci sulla candidatura alle elezioni Europee

Nel corso di un’intervista al ‘Fatto Quotidiano’, a domanda precisa (“Si candiderà alle Europee con la Lega?“), il generale Roberto Vannacci ha risposto in maniera sintetica: “Sono un soldato“. Incalzato, il generale ha poi scherzato: “Lei mi voterebbe se mi presentassi? Potrei farci un pensierino”.

Poco prima, nella stessa intervista, aveva detto: “Credo che una buona fetta della società si ritrovi in quello che esprimo. Quando vado in giro molte persone si vengono a complimentare, mi dicono di andare avanti, di non mollare, di non tornare indietro. Persone di tutti i tipi: umili, benestanti, ex militari, operai”.

Generale Roberto VannacciFonte foto: ANSA

Il generale Roberto Vannacci è stato recentemente nominato capo di stato maggiore del comando delle forze operative terrestri. I suoi superiori, però, gli hanno infatti notificato l’avvio di un’inchiesta formale per accertare eventuali infrazioni disciplinari.

Come potrebbe finanziare la candidatura alle elezioni Europee

In merito ai finanziamenti della sua eventuale campagna elettorale, Roberto Vannacci ha detto:

“Se dovessi farla, userò il denaro che ho a disposizione, i finanziamenti di chi mi dovesse appoggiare e i proventi del libro”.

Per chi vota il generale Roberto Vannacci

Al generale Roberto Vannacci è stato chiesto poi per chi votasse. Lui ha risposto ancora una volta in maniera vaga: “Per Annibale o Giulio Cesare o Garibaldi, se si presentassero”.

L’ideale di società del generale Vannacci

Roberto Vannacci ha descritto così il suo ideale di società: “Non (vince, ndr) il più forte sul più debole, ma il più meritevole sullo scansafatiche. Non sparo su chi mi entra in giardino, ma mi difendo da chi mi aggredisce. Chi nuoce alla società deve essere messo in condizioni di non nuocere, senza se e senza ma”.

Poi, il nuovo capo di stato maggiore del comando delle forze operative terrestri ha chiosato: “Non è giustizialismo, ma giustizia”.

Generale Roberto Vannacci Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,