,,

Bufera a 'L'Eredità' per la capitale di Israele, sit-in alla Rai

Il conduttore Flavio Insinna ha indicato Gerusalemme come capitale di Israele, ma per l'Onu è Tel Aviv. Indignazione per la comunità palestinese

Scoppia il caso diplomatico a L’Eredità, il programma condotto nel preserale da Flavio Insinna. Una semplice domanda sulle città del mondo ha scatenato la polemica sui social e sulla stampa, sfociata in un sit-in di protesta sotto alla sede Rai di Viale Mazzini. Ne dà notizia Repubblica.

La domanda era semplice: “Qual è la capitale di Israele?“. Al quesito, la concorrente di turno ha risposto “Tel Aviv“, e il conduttore l’ha corretta dicendo “Gerusalemme“.

Come hanno spiegato i dirigenti Rai, l’enciclopedia Treccani e la Wikipedia, usate dagli autori del programma, riportano la Città santa come capitale del paese mediorientale. Ma la questione è complessa.

La parte Est di Gerusalemme, ricorda Repubblica, venne conquistata dalle truppe israeliane nel 1967, e non è mai stata riconosciuta come capitale dalla comunità internazionale e dall’Onu. La maggior parte dei paesi con cui Israele ha relazioni diplomatiche ha ambasciate a Tel Aviv.

Fece infatti discutere la decisione di Donald Trump di spostare quella statunitense a Gerusalemme, gesto interpretato come anti-palestinese, benché il presidente americano abbia svelato un piano per la gestione della quesitone medio-orientale che dovrebbe tenere conto delle istanze di entrambe le nazioni.

Sui social sono impazzate le critiche alla Rai, accusata di essere filo-israeliana e addirittura aver espresso una posizione sionista. Alcuni rappresentanti della comunità palestinese romana si sono riuniti sotto gli uffici della rete per mostrare il proprio dissenso.

VirgilioNotizie | 30-05-2020 14:58

insinna Fonte foto: Ansa
,,,,,,,