,,

Covid, come vincere sfida con varianti: il consiglio di Burioni

Il consiglio del virologo Roberto Burioni per vincere la sfida contro le varianti Covid

Sul ‘Corriere della Sera’, nella giornata di martedì 22 giugno, è stato pubblicato un intervento del noto virologo Roberto Burioni, basato su quanto pubblicato da Eric Topol e lo stesso Roberto Burioni sulla rivista ‘Nature Medicine’. L’intervento è intitolato: “Varianti Covid, vinceremo la sfida (se saremo generosi)“.

Sfida alle varianti Covid: la “ricetta” di Burioni

A proposito delle varianti Covid emerse negli ultimi mesi, l’esperto ha scritto: “Queste varianti più trasmissibili potrebbero continuare ad apparire (e dobbiamo stare all’erta perché un virus più contagioso è molto più pericoloso), ma è certo che la contagiosità virale non potrà aumentare in maniera indefinita: niente in natura è infinito e nel momento in cui questo coronavirus avrà raggiunto la forma di ‘massima contagiosità‘ si stabilizzerà e la variante più contagiosa diventerà la forma dominante e non avremo ulteriori mutanti”.

Burioni è poi tornato a parlare della capacità delle varianti di “bucare” il vaccino che, come da lui sottolineato, non è ancora emersa: “Nel caso di COVID-19, il corso naturale della pandemia è pesantemente alterato (per nostra fortuna) dalla disponibilità immediata di vaccini che inducono una immunità più potente di quella indotta dalla malattia e che sembrano in grado di abbattere drasticamente la trasmissione del virus. Particolarmente nei Paesi dove il virus circola ancora e i vaccinati sono molti, il vantaggio maggiore per il virus deriverebbe a questo punto da varianti in grado di infettare le persone vaccinate. Dobbiamo notare, però, che nonostante una intensa replicazione virale questo non è avvenuto: varianti in grado di ‘bucare’ i vaccini più potenti non sono apparse. Anche se non possiamo escludere che queste varianti possano emergere in futuro, è evidente dai dati molecolari a nostra disposizione che SARS-CoV-2 sembra avere a disposizione un notevole ‘spazio evolutivo’ per diventare più contagioso, ma non per sfuggire ai vaccini”.

Il virologo, ciò nonostante, ha sottolineato: “L’ottimismo non ci permette di escludere la comparsa di varianti in grado di sfuggire ai vaccini. Bisogna rimanere all’erta per identificare immediatamente tali varianti, studiando con attenzione le infezioni nei pazienti vaccinati”.

E poi: “Sappiamo con certezza cosa aumenta la possibilità di comparsa delle suddette: la diffusione del virus e la sua replicazione”.

Il consiglio di Burioni: “Quando avremo interrotto la circolazione del virus nel nostro Paese dovremo perseguire lo stesso obiettivo anche in Paesi meno fortunati del nostro garantendo a tutti l’accesso a vaccini efficaci“.

VirgilioNotizie | 22-06-2021 08:22

Variante Delta: i rischi per l'Italia e l'efficacia dei vaccini Fonte foto: ANSA
Variante Delta: i rischi per l'Italia e l'efficacia dei vaccini
,,,,,,,