,,

Carola Rackete torna in Germania, attaccata sui social

Insulti e minacce sessiste contro la donna

Carola Rackete, dopo gli interrogatori del 18 luglio dei magistrati sulla vicenda Sea Watch, è tornata in Germania. Lo ha reso noto un portavoce della ong tedesca che “per motivi di sicurezza” non ha specificato la destinazione dell’ex capitano della nave. La 31enne tedesca è indagata per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Su internet e sui social, intanto, continuano gli attacchi, gli insulti e le minacce alla donna.

L’ex capitano, come riporta Tgcom24, non ha in programma per il momento altre missioni con la ong tedesca. Dalla Sea Watch hanno fatto sapere che “si riposerà per un po'” sottolineando che finora a ogni missione conclusa l’organizzazione ha cambiato sia comandante che equipaggio.

Questa mattina, il ministro dell’Interno Matteo Salvini, sul suo profilo Facebook ha scritto: “Non vedo l’ora di espellere questa viziata comunista”. Come riporta La Repubblica, sotto al post del leader della Lega, in pochi minuti, Carola è stata bersagliata da oltre 2mila commenti offensivi.

Rackete aveva già chiesto ai magistrati l’oscuramento dei profili social del vicepremier, mentre Salvini a un comizio avrebbe definito la ex capitana della Sea Watch “zecca”. Ma i commenti dei seguaci delle pagine social del ministro dell’Interno sono ben più offensivi. Si va da “Trema rasta trema” a chi invoca il ritorno della pena di morte: “Ne puniamo una per educarne cento”.

VIRGILIO NOTIZIE | 19-07-2019 18:15

rackete1
,,,,,,,