,,

Irene Pivetti si difende: "Questa cagnara è una vergogna"

L'ex presidente della Camera è indagata per import di mascherine non a norma. Il web si divide

Frode in commercio e immissione sul mercato di prodotti non conformi ai requisiti essenziali di sicurezza. Sono queste le accuse rivolte all’ex presidente della Camera, Irene Pivetti, iscritta nel registro degli indagati dalla Procura di Siracusa. Secondo gli inquirenti la sua società, Only logistics Italia srl, avrebbe importato e rivenduto, nonostante il divieto dell’Inail, mascherine provenienti dalla Cina non conformi alle normative comunitarie. Irene Pivetti però si difende e nel corso di un’intervista rilasciata all’Adnkronos dichiara: «Ben vengano le indagini in quanto tali perché serviranno per stabilire la verità. Quello che non accetto è la cagnara che è stata sollevata. È una vergogna perché ha messo in mezzo una persona serie che sono io, un’azienda seria e tutte le persone che si sono adoperate per questa operazione difficile e faticosa che era proprio quella di portare in Italia mascherine sicure».

L’ex presidente della Camera sottolinea poi la questione relativa alla certificazione Inail: «Le mascherine per uso civile sono perfettamente consentite e indipendenti dalla certificazione Inail. Questo argomento riguarda solo l’uso di alcune mascherine come Dpi». Poi precisa: «Ci sono problematiche di burocrazia ma si tratta di un indecente cannoneggiamento su un lavoro serio che è costato e costa molto sacrificio. Mi dispiace perché a causa di questo milioni di mascherine già prenotate e in parte pagate, sono ferme in Cina».

La notizia ha fatto il giro del web e sui social molti utenti hanno espresso la propria opinione con pareri discordanti. C’è chi critica la sua società e la attacca senza mezzi termini e chi al contrario si fida e la incoraggia a difendersi nelle sedi opportune: «Dovrà avere semplicemente fiducia della giustizia, senza fare commenti», «Bravi! Siete riusciti a far diventare una cosa di prima necessità una truffa mondiale. Vergognatevi!», «Che strano. Quando vengono scoperti non è mai colpa loro», «Vedo che già avete tutte le prove e avete pronunciato la sentenza di condanna. Finalmente un processo velocissimo. Bene abbiamo trovato il modo di risparmiare sui soldi del processo. E pensare che fino a questo momento abbiamo perso tempo a fare leggi e scrivere codici quando era tutto così semplice», «Complimenti alla Pivetti. Come al solito le mascherine risulteranno buone e bisognerà anche scusarsi».

VirgilioNotizie | 29-04-2020 15:49

Irene Pivetti Fonte foto: ANSA
,,,,,,,