,,

Francesco Zampaglione, il perché della rapina in banca

Davanti al gip, il fratello del leader dei Tiromancino ha spiegato i motivi del suo gesto

Francesco Zampaglione, arrestato per una tentata rapina in banca a Roma, ha svelato di averlo fatto per protestare contro il “sistema”. In sede di interrogatorio di convalida, come riporta Il Messaggero, non avrebbe nemmeno tentato di respingere le contestazioni.

Il fratello del cantante dei Tiromancino ha ammesso davanti al gip: “Non l’ho fatto per soldi, ho una buona disponibilità economica”. Ha giustificato così il gesto: “Era un atto dimostrativo, l’ho fatto per mostrare la disperazione di un comune cittadino nei confronti della politica economica di questo Paese”, avrebbe detto.

La dichiarazione di fronte al gip Clementina Forleo non hanno migliorato la posizione di Zampaglione, fratello minore di Federico, perché il giudice ha convalidato l’arresto e ha disposto che il musicista resti nel carcere di Regina Coeli, accogliendo la richiesta del pm Mario Dovinola.

Secondo gli inquirenti, infatti, nonostante Zampaglione abbia utilizzato una pistola giocattolo e non un’arma vera, avrebbe dimostrato propensione a delinquere e potrebbe colpire di nuovo. Entrato in banca con il volto coperto da un cappello, occhiali da sole e foulard, con l’aggressione ai danni di un dipendente, che è stato morso al braccio sinistro, hanno spinto il gip a negare la scarcerazione.

VIRGILIO NOTIZIE | 01-09-2019 13:42

zampaglione-motivi Fonte foto: Ansa
,,,,,,,