,,

Guerra Ucraina Russia, ultime notizie di oggi. La Wagner resta a Bakhmut: garanzie sulla fornitura di armi

La guerra in Ucraina è al 438esimo giorno. Tutti i principali aggiornamenti in diretta di domenica 7 maggio 2023

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Giorno 438 di guerra in Ucraina. L’uomo arrestato per l’attentato allo scrittore nazionalista russo Prilepin, rimasto gravemente ferito, avrebbe confessato di “aver agito su ordine dei servizi segreti ucraini”. Lo hanno riportato le agenzie russe. Dal fronte di battaglia, mentre in diverse città della Crimea si sono verificate nella notte diverse esplosioni, il capo del gruppo Wagner, Yevgeny Prigozhin, ha fatto sapere che “l’operazione ‘Tritacarne Bakhmut’ ha svolto completamente il suo compito”. Le forze armate russe avrebbero usato nella città ucraina, per la seconda notte consecutiva, delle munizioni al fosforo. Intanto l’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) è tornata a manifestare preoccupazione per la centrale nucleare di Zaporizhzhya, intorno alla quale la situazione sarebbe “potenzialmente pericolosa”.

Il racconto della giornata

  1. Media: esplosioni a Odessa, allarme aereo a Kiev e in altre regioni

    A Odessa sono state segnalate delle esplosioni a seguito di un raid aereo russo. Lo riporta Ukrainska Pravda che aggiunge che a Kiev e in quasi tutta l’Ucraina è scattato l’allarme aereo.

  2. Gb: “Russia ha costruito fortificazioni mai viste in aree occupate”

    L’intelligence militare britannica, nel report quotidiano, ha evidenziato che dall’estate 2022 Mosca ha realizzato “alcuni dei più estesi sistemi di opere militari difensive mai visti al mondo da molti decenni a questa parte”

  3. Ucraina, il piano per riconquistare la Crimea

    Kiev si starebbe preparando a una controffensiva per riconquistare la penisola nel Mar Nero. La strategia sarebbe quella di un ampio utilizzo di droni in una serie di offensive portate avanti per un lungo periodo di tempo

  4. Ucraina, la situazione a Bakhmut e Marinka

    Secondo Analisi Difesa, i russi – che vogliono continuare a premere da nord, est e sud per chiudere l’accerchiamento delle ultime unità ucraine rimaste in città – hanno annunciato di aver conseguito progressi nel quartiere di Khromovsky, dove si registrano aspri combattimenti intorno all’ufficio postale come nel quartiere residenziale intorno alla strada Vyzvolyteliv Donbasu.

  5. Ucraina, quasi 500 bambini deceduti da inizio guerra

    Secondo l’ufficio del procuratore generale ucraino, i bimbi rimasti feriti – più o meno gravemente – sono oltre 960. Secondo gli ultimi dati dell’Unhcr, l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, al 25 aprile 2023 8.174.779 rifugiati erano già stati registrati in Europa.

  6. Kiev: fuoco russo su Nikopol, almeno un ferito

    “Nikopol è sotto il fuoco dell’artiglieria pesante russa, con il suo esercito d’invasione che ha usato l’artiglieria pesante per bombardare la città della regione ucraina di Dnipropetrovsk”. Lo ha riferito il capo del consiglio regionale di Dnipropetrovsk, Mykola Lukashuk, su Telegram, secondo quanto riportato da Ukrinform, precisando che “un uomo di 43 anni, ha riportato ferite”. A seguito del raid sono stati danneggiati una stazione di servizio, un negozio, una linea elettrica e un certo numero di auto e camion. Nelle prime ore di questa mattina le forze russe hanno sparato più di 30 proiettili a Nikopol, uccidendo una donna anziana e ferendo tre persone.

  7. Generale Kiev, "situazione su fronte est tesa ma sotto controllo"

    La situazione sul fronte orientale ucraino è “tesa ma sotto controllo”. Lo ha assicurato il comandante in capo responsabile dell’area, Olexandr Syrskyi, che ieri ha fatto il punto della situazione nelle aree operative e ha discusso con i vertici militari le ulteriori misure da adottare. Secondo la valutazione di Syrskyi, negli ultimi giorni le forze militari russe hanno aumentato l’intensità del fuoco delle armi pesanti, hanno schierato attrezzature più moderne e hanno raggruppato le loro truppe. “Questo indica che il nemico non cambierà i suoi piani e sta facendo di tutto per ottenere il controllo di Bakhmut e continuare la sua offensiva”, ha dichiarato il comandante del Gruppo est dell’Esercito.

  8. Kiev, "lanceremo la controffensiva e sarà il panico"

    Il viceministro della Difesa ucraina Volodymyr Gavrilov ritiene che “la Russia andrà nel panico quando inizierà la controffensiva ucraina”. In un’intervista al britannico The Independent (ripresa dal sito Ukrainska Pravda), Gavrilov ha precisato che “la propaganda russa presenta un’immagine falsa di ciò che sta realmente accadendo sul campo di battaglia e che questa guerra sarà vinta proprio sul campo, non sugli schermi televisivi e neanche su Internet”. “Non sarei sorpreso – ha aggiunto – se un giorno, forse questo mese o il mese prossimo, vedessimo qualcosa che contribuisce al collasso immediato della strategia della Russia, del suo esercito e della sua economia”. Secondo il viceministro della Difesa la situazione a Bakhmut è stato un “momento chiave nella preparazione dell’Ucraina per la controffensiva”

  9. Raid russo su Kherson: 6 operatori dei servizi di emergenza ucraini uccisi

    Sei operatori dei servizi di emergenza ucraini sarebbero rimasti uccisi in un attacco russo sulla città di Kherson, nel sud del Paese. Lo ha reso noto il procuratore generale ucraino. L’attacco sarebbe avvenuto il 6 maggio, tramite un drone che avrebbe sganciato una bomba su un’area densamente popolata. 

  10. I servizi segreti ucraini non confermano né smentiscono un ruolo nell'attacco a Prilepin

    In un’intervista all’agenzia Unian, il capo dei servizi segreti militari ucraini Kyrylo Budanov si è rifiutato di confermare o smentire il coinvolgimento dei servizi segreti ucraini negli attentati ad alcuni esponenti della propaganda russa avvenuti dall’inizio della guerra. L’ultimo di questi sarebbe lo scrittore Zakhar Prilepin, colpito da un’auto bomba e ferito, ma non in pericolo di vita.

  11. Ucraina: jet russo intercetta aereo polacco che stava pattugliando per Frontex

    Un aereo polacco, di pattuglia per conto dell’agenzia Frontex sul Mar Nero vicino alla Romania, ha evitato per un soffio una collisione con un caccia russo.L’episodio, riferito da Varsavia e Bucarest, e’ avvenuto venerdi’. Il jet russo SU-35 ha effettuato “manovre aggressive e pericolose”, avvicinandosi all’aereo polacco senza mantenere una distanza di sicurezza, provocando turbolenze, perdita di quota e una temporanea perdita di controllo dell’aereo, ha sottolineato Anna Michalska, portavoce della guardia di frontiera polacca.

  12. Kiev, 75 attacchi nella regione di Zaporizhzhia in 24 ore
    La regione di Zaporizhzhia è stata colpita da 75 attacchi nell’ultimo giorno, secondo le autorità locali. Lo riporta il Guardian. L’amministrazione militare di Zaporizhzhia ha dichiarato su Telegram che 16 insediamenti lungo la linea del fronte sono stati colpiti da artiglieria e proiettili antiaerei, anche se ha aggiunto che non ci sono state vittime.
  13. Mosca, sventato attacco con drone contro aeroporto Ivanovo
    Il Servizio federale di sicurezza russo (FSB) e il Ministero dell’Interno hanno sventato un attacco con un drone contro un aeroporto nella regione di Ivanovo: lo dichiara l’Fsb, come riporta Tass. “Sventato il tentativo di compiere un atto di sabotaggio contro l’aeroporto di Severny, nella regione di Ivanovo, organizzato dalla direzione principale dell’intelligence del Ministero della Difesa ucraino, che avrebbe dovuto coinvolgere droni imbottiti di esplosivo”, si legge nel comunicato. L’Fsb ha aggiunto che gli autori avevano intenzione di prendere di mira gli aerei A-50 per il controllo e l’allerta precoce.
  14. Crimea, respinti attacchi con una decina di droni Kiev
    L’amministrazione russa della Crimea ha reso noto di aver respinto nella notte raid con una decina di droni ucraini su Sebastopoli. “La difesa antiaerea e le unità di guerra elettronica hanno respinto un nuovo attacco” sulla città, che ospita la Flotta russa sul Mar Nero, ha rivendicato il governatore Mikhail Razvojaiev. In un post su Telegram ha affermato che “oltre una decina di droni” erano stati lanciati dall’Ucraina, due dei quali abbattuti sul mare e un altro caduto in un bosco dopo “aver perso il controllo”. “Nessuna infrastruttura nella città ha subito danni”, ha poi assicurato il governatore.
  15. Kiev, almeno 5 feriti per missile su regione di Kharkiv
    Le forze russe hanno lanciato un attacco missilistico su Balaklia, nella regione di Kharkiv, provocando almeno 5 feriti. Lo riferisce su Telegram il capo dell’amministrazione militare regionale, Oleg Synegubov. Secondo le prime informazioni, “un missile S-300 ha colpito un parcheggio. Tutti i servizi di emergenza sono attualmente sul posto. Secondo le prime informazioni, 5 civili sono rimasti feriti. Due donne di 75 anni e una donna di 50 anni hanno riportato ferite da esplosione. Due uomini, di 20 e 85 anni, hanno ferite relativamente lievi”, ha scritto il funzionario.
  16. Mosca può preparare provocazioni per il 9 maggio

    “Per il 9 maggio, Mosca può preparare provocazioni” in Russia e Bielorussia. Lo ha dichiarato su Telegram Andriy Yusov, rappresentante della direzione principale dell’intelligence del ministero della Difesa ucraino.  “Dal 2014, gli occupanti usano questo tipo di provocazione, ed è possibile che lo affronteremo ora. In questa situazione, le provocazioni possono essere dirette dai servizi speciali russi contro la popolazione civile russa e programmate in determinate date, ad esempio il 9 maggio”, ha affermato.  Yusov ha suggerito inoltre che i russi potrebbero dirigere provocazioni anche contro la Bielorussia: una simile “operazione false flag” russa potrebbe mirare a trascinare l’esercito bielorusso in guerra contro l’Ucraina.

  17. Prigozhin resta a Bakhmut: ha ricevuto garanzie sulla fornitura della munizioni richieste

    Il fondatore e leader del gruppo di mercenari Wagner, Yevgeny Prigozhin, ha annunciato che resterà a Bakhmut a combattere insieme ai suoi uomini dopo aver ricevuto garanzie sulla fornitura della munizioni richieste. “Stanotte abbiamo ricevuto un ordine di combattimento: promettono di fornirci le munizioni e le armi di necessarie per continuare ulteriori azioni”, ha affermato sul canale Telegram.

  18. Esce dal coma scrittore russo Prilepin
    Lo scrittore russo Zakhar Prilepin, gravemente ferito in un attentato, è uscito dal coma farmacologico. “È cosciente, secondo i medici le sue condizioni sono stabili, l’umore vivace”, riferisce oggi il governatore di Nizhny Novgorod Gleb Nikitin sul suo canale Telegram.  Ieri Prilepin è rimasto gravemente ferito quando un ordigno esplosivo attaccato alla sua auto è esploso nella regione di Nizhny Novgorod, uccidendo il suo autista. Secondo le autorità, l’attacco è stato effettuato con una mina anticarro. Poche ore dopo l’incidente, avvenuto non lontano dalla cittadina di Bor, è stato arrestato, secondo il ministero dell’Interno, un uomo classe 1993 che si dice abbia precedenti penali. È stata avviata un’indagine su un sospetto attacco terroristico. Mosca incolpa Kiev e gli stati occidentali per l’attacco. Prilepin è considerato un forte sostenitore della guerra della Russia contro l’Ucraina. In precedenza ha combattuto a fianco dei separatisti pro-Mosca nella regione ucraina del Donbass. Una volta si è descritto come un imperialista.
  19. Kiev, "oltre 193mila soldati russi morti da inizio invasione"
    Sono 193.430 i soldati russi che hanno perso la vita in Ucraina dall’inizio dell’invasione lanciata da Mosca il 24 febbraio dello scorso anno. Sono dati dello Stato Maggiore dell’esercito ucraino precisando che 660 militari russi sono stati uccisi solo nelle ultime 24 ore. Sono invece 3.723 i carri armati delle forze armate russe distrutti.
  20. Kiev: "Bombardata Nikopol, muore una donna di 72 anni"
    Nelle prime ore del mattino di oggi le forze russe hanno sparato più di 30 proiettili a Nikopol, nell’Oblast di Dnipropetrovsk nell’Ucraina centro-orientale, uccidendo una donna anziana e ferendo tre persone. Lo riferisce su Telegram il governatore dell’Oblast, Serhiy Lysak, scrive Kyiv Independent. “Durante la notte, hanno colpito due volte il distretto di Nikopol. Hanno usato lanciarazzi multipli Grad e artiglieria pesante. Sono stati sparati più di 30 proiettili. Una donna di 72 anni è morta. Tre abitanti del posto sono rimasti feriti. Uno ha subito un trauma cranico. Due sono in uno stato di stress e con commozioni cerebrali”, ha sottolineato il governatore. I bombardamenti hanno anche danneggiato sette case, un grattacielo, infranto le finestre di un dormitorio universitario, colpito tre gasdotti, una linea elettrica, 14 pannelli solari, fabbricati agricoli e cinque auto, ha aggiunto Lysak.
  21. Aiea: "Situazione intorno alla centrale di Zaporizhzhya pericolosa"

    “La situazione generale intorno alla centrale nucleare di Zaporizhzhya sta diventando sempre più imprevedibile e potenzialmente pericolosa. Sono estremamente preoccupato per i reali rischi per la sicurezza e la sicurezza nucleare che l’impianto deve affrontare”. Lo ha detto il direttore generale dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) Rafael Grossi. “Dobbiamo agire ora – ha dichiarato sul sito dell’agenzia – per prevenire la minaccia di un grave incidente nucleare e le relative conseguenze per la popolazione e l’ambiente. Questo grande impianto nucleare deve essere protetto. Continuerò a sollecitare tutte le parti a impegnarsi a raggiungere questo obiettivo vitale e l’Aiea continuerà a fare tutto il possibile per contribuire a garantire la sicurezza nucleare”.

  22. Arrestato il presunto attentatore dello scrittore russo Prilepin

    L’uomo arrestato per l’attentato allo scrittore nazionalista russo Prilepin, rimasto gravemente ferito, avrebbe confessato di “aver agito su ordine dei servizi segreti ucraini”. Secondo quanto riportato dalle agenzie russe, si chiamerebbe Aleksandr Permyakov. Stando alla ricostruzione del Comitato investigativo russo dopo l’interrogatorio, avrebbe “piazzato un ordigno esplosivo che ha azionato a distanza. Successivamente è fuggito dalla scena, ma è stato arrestato dalle forze dell’ordine quando è uscito dal bosco in un’altra zona abitata”.

,,,,,,,,