,,

Covid, vaccini e immunità: cosa succede dopo la scadenza del pass

Il certificato verde per gli spostamenti tra regioni dura sei mesi, ma l'immunità potrebbe durare molto di più

Il nuovo decreto legge del governo sulle riaperture ha introdotto le “certificazioni verdi” per consentire gli spostamenti tra regioni in zona arancione e rossa a chi fatto il vaccino, è guarito dal Covid-19 o presenta un tampone negativo. Nei primi due casi il pass ha validità di sei mesi, ma stando agli ultimi dati l’immunità sembra durare di più. Cosa succede dunque dopo la scadenza del certificato?

Covid, quanto dura l’immunità

Non si sa ancora quanto dura di preciso la copertura dei vaccini anti Covid. Questi farmaci sono in circolazione da pochi mesi e dunque sono ancora pochi i dati e gli studi scientifici disponibili sul tema.

Secondo l’Ema, l’Agenzia europea del farmaco, i dati al momento a disposizione “mostrano come gli anticorpi rimangano fino ad almeno 6 mesi e, in base a come scendono nel tempo, si può dedurre che probabilmente una protezione fino a un anno è assolutamente possibile”.

La validità del pass per sei mesi è stata decisa sulla scorta di queste indicazioni, prendendo come riferimento la durata minima certa della copertura vaccinale.

I dati sulla copertura sono ancora pochi ma, come ha detto a Repubblica Vincenzo Barnaba, immunologo e professore ordinario di Medicina interna alla Sapienza di Roma, “ormai negli Usa ci sono vaccinati da molti mesi, anche 8, e non c’è stato un ritorno importante del virus tra queste persone”.

Inoltre, spiega Barnaba, “chi si è vaccinato può incontrare il virus, che può fare qualche ciclo di replicazione, ma senza infettare l’ospite, perché gli anticorpi lo bloccano. Durante quel breve periodo di cicli di replicazione, la persona può infettarne altre, anche se molto meno efficacemente”.

Maggiori informazioni sull’immunità data dalla guarigione da Covid-19: “A sette mesi le persone guarite hanno ancora un bel titolo anticorpale. Ci sono studi che dimostrano che dopo quel tempo la protezione è del 95%”, ha detto Andrea Cossarizza, immunologo dell’Università di Modena e Reggio Emilia.

Covid, come funziona la certificazione verde

La certificazione verde, si legge nel testo del decreto, “ha una validità di sei mesi ed è rilasciata in formato cartaceo o digitale, su richiesta dell’interessato, dalla struttura sanitaria che effettua la vaccinazione e contestualmente alla stessa, al termine del prescritto ciclo, e reca indicazione del numero di dosi somministrate rispetto al numero di dosi previste per l’interessato”.

E per quanto riguarda le guarigioni da Covid-19 le certificazioni “rilasciate precedentemente alla data di entrata in vigore del presente decreto sono valide per sei mesi a decorrere dalla data indicata nella certificazione”.

Nel testo del decreto non c’è nessuna indicazione su cosa succede dopo la scadenza dei sei mesi. L’argomento verrà trattato molto probabilmente nel prossimo futuro, quando saranno a disposizione maggiori dati sulla copertura vaccinale.

Altre indicazioni potrebbero arrivare dal pass europeo per poter viaggiare tra i Paesi Ue che dovrebbe arrivare a giugno o luglio.

L’ipotesi che circola al momento è quella di poter richiedere il rinnovo del certificato verde dopo un esame degli anticorpi. Se il test ne certifica la presenza, si rinnoverebbe il documento.

VirgilioNotizie | 23-04-2021 09:21

Nuovo decreto: riaperture e spostamenti, tutte le regole Fonte foto: ANSA
Nuovo decreto: riaperture e spostamenti, tutte le regole
,,,,,,,