,,

Madre e figlio trovati morti in casa a Genova: la ricostruzione

La macabra scoperta avvenuta dopo giorni: nella casa c'era già odore di morte

Lo scrittore Christian La Fauci è morto nell’appartamento della madre a Genova. La donna, invalida, sarebbe morta di stenti come conseguenza al decesso del figlio. Il 46enne era noto per le sue biografie e i saggi sul calcio inglese e sui campioni anni ’80, e conduceva una trasmissione su Radio Cruijff.

La scoperta dei corpi è avvenuta dopo che un amico, preoccupato per non essere riuscito a mettersi in contatto con lui nei giorni precedenti, si è fatto dare le chiavi da una vicina. Sentendo subito odore di decomposizione, ha avvertito le autorità.

I soccorritori, riporta il Corriere della Sera, hanno trovato Christian La Fauci steso a letto, a pancia in su. “Sembrava una mummia“, avrebbero dichiarato. In un’altra stanza la madre, stessa posizione, vicina a un macchinario per la ventilazione dei polmoni.

Vicino al corpo dell’uomo gli investigatori hanno rinvenuto dei quaderni, e ipotizzato che potessero contenere elementi utili per ricostruire la tragedia. Tuttavia si trattava solo di appunti per il prossimo libro dell’autore.

Le indagini hanno escluso l’ipotesi che la morte di madre e figlio sia stata un delitto. La prima ricostruzione è che Christian La Fauci sarebbe morto per cause naturali prima della donna. Maria Giocelli, 85 anni, malata e dipendente dal figlio, non sarebbe riuscita a chiedere aiuto, morendo di inedia.

La Procura di Genova ha aperto tuttavia un fascicolo con ipotesti di reato di omicidio colposo al fine di disporre l’autopsia sui corpi dei due. Per escludere ogni pista, saranno anche analizzati i telefoni, ascoltati parenti e vicni e sequestrati i farmaci.

Secondo le prime testimonianze già raccolte sul posto, riporta il Corriere della Sera, sarebbe emerso un quadro familiare di disagio, che si sarebbe aggravato ulteriormente con la morte del padre di Christian La Fauci, fino a quel momento unico care giver della moglie.

Rimangono aperti tuttavia molti interrogativi, a iniziare dalla sparizione per giorni dello scrittore di Genova. Gli amici non avrebbero dato prima l’allarme perché sarebbe stata abitudine dell’uomo isolarsi per interi periodi durante la stesura dei suoi libri, soprattutto nei periodi in cui non era impegnato in radio.

VirgilioNotizie | 23-07-2021 14:07

carabinieri Fonte foto: ANSA
,,,,,,,